Customer Service | Help | FAQ | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To search for a specific phrase…

PEP-Web Tip of the Day

Did you write an article’s title and the article did not appear in the search results? Or do you want to find a specific phrase within the article? Go to the Search section and write the title or phrase surrounded by quotations marks in the “Search for Words or Phrases in Context” area.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Thanopulos, S. (2006). Guelfo Margherita (2005) Gaia e l'Homo Sapiens Milano, Franco Angeli, 154 pagine, euro 17,00. Rivista Psicoanal., 52(1):227-232.

(2006). Rivista di Psicoanalisi, 52(1):227-232

RECENSIONI

Guelfo Margherita (2005) Gaia e l'Homo Sapiens Milano, Franco Angeli, 154 pagine, euro 17,00

Review by:
Sarantis Thanopulos

L'ultimo libro di Guelfo Margherita, una fantapsicosaggio come lui stesso lo definisce, è una sorpresa. Non mi riferisco alla consueta eleganza dello stile, la finezza del linguaggio e la solidità della cultura dell'Autore, caratteristiche ben note a chi lo conosce. Mi ha colpito il carattere schiettamente autobiografico del suo racconto, che non consiste nella descrizione di fatti storici personali, ma nell'incisiva e coraggiosa partecipazione dell'Autore ai fatti liberamente inventati. Guelfo scende in mezzo ai personaggi del suo libro, li incarna e viene incarnato da loro, dialoga con la loro alterità e si immedesima con essa, ma senza mai pretendere di manovrare, di guidare il destino dei protagonisti o delle azioni in una direzione prestabilita. Il risultato è un racconto di potente forza narrativa e di grande fascino.

Non mi concentrerò sulla trama del libro. Per il lettore è meglio scoprirla passo dopo passo durante la lettura, questa mi sembra la strada più proficua. Dirò soltanto che il fatto narrativo liberamente scelto che funge da fulcro dell'impianto complessivo del libro, è la minaccia per l'umanità rappresentata da un batterio mutante chiamato berlusconella (l'allusione a personaggi reali non è casuale), in grado di invadere il Cyberspazio, spazio mentale collettivo, biologizzandolo. Il batterio prodotto dalle profondità vitali di Gaia (la Madre-Terra), consente a quest'ultima di costituire una coscienza di sé, senza avere più la necessità di specchiarsi nello sguardo dell'uomo, amante egoista e sfruttatore da scacciare dal suo letto.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2018, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.