Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see author affiliation information in an article…

PEP-Web Tip of the Day

To see author affiliation and contact information (as available) in an article, simply click on the Information icon next to the author’s name in every journal article.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Quinodoz, J. (2008). Pensare sotto il fuoco dell'artiglieria. L'Annata Psicoanal. Int., 4:87-95.

(2008). L'Annata Psicoanalitica Internazionale, 4:87-95

Pensare sotto il fuoco dell'artiglieria Language Translation

Jean-Michel Quinodoz

Pensare sotto il fuoco dell'artiglieria

(Bion, 1982)

«Sono un'esperta in cause perse»

Per dedicare il massimo spazio al declinarsi della cura e alle sedute, mi limiterò a una breve descrizione di Dolores, una paziente che è venuta in analisi da me qualche anno addietro a quattro sedute la settimana. Donna sola sulla quarantina, Dolores aveva solitamente un'espressione triste e rassegnata, più che turbata e sgradevole. Era poco femminile e indossava un abbigliamento sobrio nel tentativo di passare inosservata. Raramente l'ho vista sorridermi, sebbene non le mancasse il senso dell'umorismo. Dopo avere abbandonato gli studi musicali, era riuscita a diplomarsi in una professione paramedica e lavorava presso il pronto soccorso di un ospedale dove era spesso in contatto con pazienti suicidari. Lei stessa soffriva di depressione e angoscia e veniva regolarmente abbandonata da uomini con cui tentava di allacciare una relazione affettiva stabile. Aveva intrapreso un percorso psicoterapico, poi era passata ad una lunga analisi lavorando, in entrambi i casi, con una terapeuta. Nel corso di queste esperienze, le sue angosce erano collegate essenzialmente ai ricoveri ospedalieri avvenuti durante l'infanzia, tra i 2 e i 4 anni di età, per via di un'infezione recidiva che l'aveva tenuta isolata dalla famiglia. Provava ancora profondo rancore verso i genitori, che criticava amaramente accusandoli di averla trascurata e abbandonata, e le sue ferite emotive non erano affatto rimarginate.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.