Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To sort articles by Rankā€¦

PEP-Web Tip of the Day

You can specify Rank as the sort order when searching (it’s the default) which will put the articles which best matched your search on the top, and the complete results in descending relevance to your search. This feature is useful for finding the most important articles on a specific topic.

You can also change the sort order of results by selecting rank at the top of the search results pane after you perform a search. Note that rank order after a search only ranks up to 1000 maximum results that were returned; specifying rank in the search dialog ranks all possibilities before choosing the final 1000 (or less) to return.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Gleiss, I. (1976). il contenuto conservatore dell'antipsichiatria. Psicoter. Sci. Um., 10(3):6-15.

(1976). Psicoterapia e Scienze Umane, 10(3):6-15

il contenuto conservatore dell'antipsichiatria

Irma Gleiss

Se si esamina la controversia sulla funzione dei modelli psicoterapeutici, a prima vista sembra che si contrappongano polarmente due formulazioni senza nulla in comune, tanto sul piano teorico che su quello degli scopi: da una parte modelli psicoterapeutici come psicoanalisi, logo-terapia, terapia del comportamento e diverse concezioni sociopsichiatriche che si prefiggono di reinserire il paziente nella sua vita sociale e nei suoi rapporti di lavoro; dall'altra concezioni che criticano e rifiutano precisamente questo scopo, per la sua funzione adattativa.

Prenderò come esempi della concezione dei « sostenitori dell'adattamento » la formulazione so-ciocomportamentale, fondata sulla teoria delle etichette di Ullmann e Krasner, e la teoria di Parsons dei comportamenti devianti. Questo perchè in ambedue questi sistemi teorici non viene posta in dubbio la legittimità delle norme esistenti e la necessità di accettarle. Come esempio degli « anti-adattamento» sceglierò il modello antipsichiatrico di Laing e Cooper e la « metapsichiatria » di Basaglia.

Queste due concezioni vengono accostate, nella discussione che segue, con due scopi. In primo luogo per mostrare che non si tratta affatto di posizioni teoricamente contrapposte, ma di due formulazioni molto affini sia nella loro visione dell'uomo che della società; che ambo le formulazioni non si differenziano rispetto alle concezioni della realtà sociale ma solo nella valutazione di presunti fatti oggettivi.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.