Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To search for a specific phrase…

PEP-Web Tip of the Day

Did you write an article’s title and the article did not appear in the search results? Or do you want to find a specific phrase within the article? Go to the Search section and write the title or phrase surrounded by quotations marks in the “Search for Words or Phrases in Context” area.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Guida, S. (1988). IL MITO DELL'EPISTEMOLOGIA PSICOANALITICA. Psicoter. Sci. Um., 22(1):43-68.

(1988). Psicoterapia e Scienze Umane, 22(1):43-68

IL MITO DELL'EPISTEMOLOGIA PSICOANALITICA

Susanna Guida

1. L'«epistemologia psicoanalitica» come equivoco

Circola ormai da tempo, come moneta di dubbio conio, una espressione il cui uso vieppiù corrente e inflazionato nasconde solo a stento — e necessariamente, comunque, riproduce — una serie di equivoci: «epistemologia psicoanalitica». Tale espressione — ricca di implicazioni teoretiche e ideologiche spesso inosservate o non colte, o giudicate d'altro lato «necessarie» al conseguimento di uno statuto di piena «scientificità» — sembra infatti voler ripristinare all'interno dell'immagine culturale della psicoanalisi, e paradossalmente come sua stessa «legittimazione», esattamente ciò che la psicoanalisi da sempre ha avversato al suo «esterno», smascherandone le mistificazioni e l'intrinseco autoinganno, e opponendosi criticamente ad esso sul piano sia teorico che pratico: mi riferisco, in un senso molto lato e generale, a quello che potrebbe definirsi un modulo intellettualistico di conoscenza; o — circolarmente — un rapporto di tipo «puramente empiristico» (elo «realisticoingenuo») con l'oggetto e con la realtà.

Molto schematicamente, il concetto di «epistemologia psicoanalitica» viene utilizzato a definire un'area di problemi riguardanti i «fondamenti conoscitivi» della psicoanalisi in quanto «scienza», o in quanto pretesa tale; e a definire tale area e la discussione di questa — è importante sottolinearlo — come logicamente precedente (in quanto «epistemologia», appunto, ovvero discorso sui «fondamenti» di un certo modo di «conoscere») rispetto all'area di problemi — la clinica — fondata dalla stessa «applicazione», o dall'eventuale «applicabilità scientifica», di tale «epistemologia».

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.