Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see definitions for highlighted words…

PEP-Web Tip of the Day

Some important words in PEP Web articles are highlighted when you place your mouse pointer over them. Clicking on the words will display a definition from a psychoanalytic dictionary in a small window.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Galli, P.F. Guidi, N. Zanuso, B. (1988). CASI CLINICI. Psicoter. Sci. Um., 22(2):85-87.

(1988). Psicoterapia e Scienze Umane, 22(2):85-87

CASI CLINICI

CASI CLINICI

rubrica a cura di P. F. Galli, N. Guidi e B. Zanuso

Un breve intervento

di Bruno De Maria

Mi si invita ad intervenire, precisando però che nel n° 2-1988 non mi sono consentite più di 6000 battute (poco più di quanto potrebbe contenere la cartolina postale di un fidanzato espansivo). Dato questo limite, che rispetto, non so che pesci pigliare. Di fronte alla gran quantirà di rilievi critici e di richiami alla letteratura psicoanalitica e filosofica che mi viene proposto dai commend di Nella Guidi, Billa Zanuso e P.F. Galli mi sembra di non avere che due strade: o quella di rispondere in modo sufficientemente esauriente, o quella di non rispondere affatto. Ma una risposta dettagliata non entrerebbe nel menabò, mentre una non risposta potrebbe dar adito a malintesi che non voglio alimentare, soprattutto perché mi impedirebbe di esprimere comunque la gratitudine per l'attenzione che i tre colleghi hanno voluto dedicare al mio lavoro. Pertanto, riservandomi di rispondere più esaurientemente in altra occasione, mi accontentero di qualche commento a caldo.

Il primo moto è un vago senso di rammarico. Ho come l'impressione che quanto più i miei errori tengono banco, tanto meno si possa dar spazio al dibattito, come se «l'errore» invalidasse il resto. E questo mi dispiace, giacché sarei personalmente curioso di sapere come i colleghi si relazionano con i loro errori o come li restituiscono ai pazienti attraverso la trasparenza. D'altronde è noto che «esporsi» con un caso clinico è rischio da kamikaze. Resta il fatto che i rilievi «sincronici» dei miei commentatori mi sono preziosi (che bello fossero arrivati due anni fa!). La scelta di un metodo che fa della trasparenza un vincolo operazionale è difficile, sia perché contrasta con antiche tirannie culturali, sia perché v'è sempre il rischio di cedimenti a tentazioni manipolatorie o auto-consolazioni pietistiche, per altro, nel mio caso, correttamente rilevate.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.