Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To open articles without exiting the current webpage…

PEP-Web Tip of the Day

To open articles without exiting your current search or webpage, press Ctrl + Left Mouse Button while hovering over the desired link. It will open in a new Tab in your internet browser.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Parisi, G. Peduto, A. (1992). Mauro Fornaro, Psicoanalisi tra scienza e mistica. L'opera di Wilfred R. Bion. Roma: Edizioni Studium, 1990, pp. 227, lit. 26.000.. Psicoter. Sci. Um., 26(2):137-139.

(1992). Psicoterapia e Scienze Umane, 26(2):137-139

Mauro Fornaro, Psicoanalisi tra scienza e mistica. L'opera di Wilfred R. Bion. Roma: Edizioni Studium, 1990, pp. 227, lit. 26.000.

Review by:
Giuseppe Parisi

Angela Peduto

Il libro, già nel titolo, contiene la promessa di un doppio saggio e implicitamente la proposta di una doppia lettura: per un verso prende in considerazione l'opera di Bion, per un altro verso ci introduce ad una valutazione complessiva della psicoanalisi rispetto al problema del suo statuto scientifico, temi ambedue affascinanti e attuali. L'uno è l'occasione per sviluppare l'altro e, viceversa, le riflessioni sui problemi più generali che travagliano la psicoanalisi aiutano a riesaminare il pensiero bioniano spesso così difficile e oscuro.

Mauro Fornaro, che è ricercatore all'Università cattolica di Milano, è già noto per il volume Scuole di psicoanalisi. Ricerca storico-epistemologica sul pensiero di Hartmann, Klein e Lacan. Milano: Vita e Pensiero, 1988 (vedi scheda su Psicoter. sc. um., n. 3/1989, pp. 142-143; sul n. 4/1991 è apparsa quella relativa al presente volume). La formazione filosofica porta Fornaro a vagliare dal punto di vista epistemologico il materiale che di volta in volta è per lui oggetto di studio. Nel multiforme paesaggio dell'epistemologia moderna egli si situa in quella posizione che vede la scienza come lo svilupparsi di «programmi di ricerca» coesistenti e concorrenti, programmi che si fondano su assunti teorici non discutibili e pluristratificati, i «paradigmi». Compito dell'epistemologo per Fornaro non è tanto confrontare disinvoltamente tali programmi con uno schema aprioristico di scienza, quanto cercarne il valore euristico, le intime contraddizioni, con rispetto delle specifiche metodologie che vengono evidenziate e valutate dall'interno; a tal fine è basilare per Fornaro mettere a fuoco il paradigma soggiacente, che dà legame, unità e direzione agli assunti teorici indagati.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.