Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To print an article…

PEP-Web Tip of the Day

To print an article, click on the small Printer Icon located at the top right corner of the page, or by pressing Ctrl + P. Remember, PEP-Web content is copyright.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Galli, S.R. (1992). EGESIA. Psicoter. Sci. Um., 26(3):83-90.

(1992). Psicoterapia e Scienze Umane, 26(3):83-90

EGESIA

Stefano R. Galli

Interrogandosi su alcuni aspetti non chiari della concettualizzazione teorica freudiana, l'autore crede di individuare uno dei punti chiave delle difficoltà incontrate da Freud nel discorso riguardante il tema del piacere e del dispiacere. Dalla sua analisi della letteratura freudiana sull'argomento, l'autore conclude infatti che esisterebbero due principi di piacere anziché uno: il primo, «positivo», sarebbe equiparabile a quello descritto da Freud e produrrebbe azione, movimento e auto-espressione; il secondo, «negativo», consisterebbe invece in un evitamento del dolore e produrrebbe inazione, immobilità e autorepressione.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.