Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To quickly return from a journal’s Table of Contents to the Table of Volumes…

PEP-Web Tip of the Day

You can return with one click from a journal’s Table of Contents (TOC) to the Table of Volumes simply by clicking on “Volume n” at the top of the TOC (where n is the volume number).

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Grotta, A. (1993). Anne Alvarez, Il compagno vivo. Trad. di L. Baldaccini, Roma: Astrolabio-Ubaldini, 1993, pp. 250, lit. 34.000 (ed. orig.: Live company, London and New York: Tavistock-Routledge, 1992).. Psicoter. Sci. Um., 27(3):157-159.

(1993). Psicoterapia e Scienze Umane, 27(3):157-159

Anne Alvarez, Il compagno vivo. Trad. di L. Baldaccini, Roma: Astrolabio-Ubaldini, 1993, pp. 250, lit. 34.000 (ed. orig.: Live company, London and New York: Tavistock-Routledge, 1992).

Review by:
Adriana Grotta

Da qualche anno seguo con interesse il confronto tra le diverse scuole psicoanalitiche e tra queste ultime e le discipline che prepotentemente si impongono come loro interlocutrici. Le conseguenze di questi scambi sono considerate un fenomeno pernicioso da alcuni, i quali pensano che l'eclettismo sorto come estremo tentativo di salvare la psicoanalisi in crisi ne distruggerà le fondamenta stesse (v. Wolff su Psicoter. sc. um., n. 1, 1993). Altri ritengono indispensabile impegnarsi in una revisione critica della teoria psicoanalitica, per verificare quanto rimane in piedi della metapsicologia dopo la «rivoluzione» delle teorie delle relazioni oggettuali, che hanno avuto un effetto ben più destrutturante del modello kleiniano, il quale originariamente non metteva in discussione l'assunto delle pulsioni (Eagle). Altri ancora, evitando di trarre conseguenze ultime dalle implicazioni delle nuove teorie e in particolare delle ricerche sul primo sviluppo, assumono una posizione pragmatica e si rivelano particolarmente utili soprattutto nel trattamento dei pazienti gravi (si pensi a Lichtenberg o a Pine).

Anche questo libro della kleiniana Anne Alvarez si pone nella prospettiva di ampliamento del modello teorico di riferimento e di un confronto tra questo e le scoperte della ricerca sul primo sviluppo, con lo sguardo sempre rivolto a una migliore comprensione del paziente. Scrive infatti l'autrice: «Il mio obiettivo era cercare di cominciare a distinguere il fardello teorico che ostacolava il mio lavoro con Robbie e con altri pazienti, dalle teorie e dalle riflessioni che erano realmente efficaci.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.