Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see author affiliation information in an article…

PEP-Web Tip of the Day

To see author affiliation and contact information (as available) in an article, simply click on the Information icon next to the author’s name in every journal article.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Marone, F. (1993). Louis Althusser, L'avvenire dura a lungo. Autobiografia. Seguito da «I fatti». (Ed. orig., L'avenir dure longtemps, suivi de «Les faits». Autobiographies. Edition établie et présentée par Olivier Corpet et Yann Moulier Boutang. Stock Imec, 1992). Parma: Ugo Guanda, 1992. Trad. di Francesco Bruno, pp. 381, Lit. 30.000.. Psicoter. Sci. Um., 27(4):145-147.

(1993). Psicoterapia e Scienze Umane, 27(4):145-147

Louis Althusser, L'avvenire dura a lungo. Autobiografia. Seguito da «I fatti». (Ed. orig., L'avenir dure longtemps, suivi de «Les faits». Autobiographies. Edition établie et présentée par Olivier Corpet et Yann Moulier Boutang. Stock Imec, 1992). Parma: Ugo Guanda, 1992. Trad. di Francesco Bruno, pp. 381, Lit. 30.000.

Review by:
Fulvio Marone

Chi è il narratore del testo autobiografico? Chi il protagonista? E chi ne è il destinatario ideale? Sono i vecchi problemi che da sempre assillano la critica letteraria al cospetto dell'autobiografia, che hanno trovato tante risposte quanti sono stati i testi affrontati, da S. Agostino a Montaigne, da Rousseau a Sartre. Va da sé che ben pochi arrivano a far coincidere ingenuamente l'autore, il protagonista del testo ed il soggetto narrante; ma d'altra parte sarebbe troppo semplicistico - e palesemente antiintuitivo - cavarsela affermando l'assenza di rapporti tra individui che si chiamano alla stesso modo e affermano di essere la stessa persona, pur vivendo in mondi vitali e testuali non coincidenti. Nello spazio di mezzo tra queste posizioni estreme si situa l'arco problematico dell'ermeneutica autobiografica, che cerca di misurare la distanza tra questi omonimi e di valutare le aree di eventuale sovrapposizione. Ai problemi più squisitamente critico-letterari la cultura psicoanalitica dona una prospettiva supplementare, che le consente di ridurre (in una certa misura, ovviamente) l'autobiografia ad una sorta di «caso particolare» della propria tecnica. Cos'altro si fa infatti in analisi se non tentare disperatamente di narrare la propria storia? Una storia che intanto si narra in quanto aspira a scriversi, cioè a dotarsi di quel senso, di quella direzione preferenziale la cui mancanza è uno dei motivi principali dell'entrata in analisi.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.