Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To access PEP-Web support…

PEP-Web Tip of the Day

If you click on the banner at the top of the website, you will be brought to the page for PEP-Web support.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Pascarelli, P. (1996). Roberto Beneduce, Renè Collignon (a cura di), Il sorriso della volpe. Ideologie della morte, lutto e depressione in Africa. Napoli: Liguori Editore, 1995, pp. IX-300, Lit. 35.000.. Psicoter. Sci. Um., 30(3):139-141.

(1996). Psicoterapia e Scienze Umane, 30(3):139-141

Roberto Beneduce, Renè Collignon (a cura di), Il sorriso della volpe. Ideologie della morte, lutto e depressione in Africa. Napoli: Liguori Editore, 1995, pp. IX-300, Lit. 35.000.

Review by:
Pietro Pascarelli

«A Est di Bandiagara… la pista si protende serpeggiante verso la falesia, lambendo… i suoi villaggi inchiodati nelle rocce e nel silenzio. Dal basso della falesia si possono vedere gli altari imbiancati dalla crema di miglio versata nel corso delle cerimonie… Donne e uomini percorrono… un'invisibile ragnatela di sentieri, si recano ai mercati che un tempo scandivano la settimana dogon fatta di cinque giorni… Acquistano il sale che i Tuareg ancora portano… da Goa o Timbuctu… I cortili… vengono animati… dalla voce degli uomini che parlano di lavoro o di altri problemi comuni: organizzare la festa per i funerali del capo-villaggio di Soninkè, morto l'anno prima; oppure preparare i campi per la semina… Tra questi suoni e questi ritmi, come vengono vissute la morte e la perdita dei cari, la separazione e gli scacchi dell'esistenza?».

Queste parole di Roberto Beneduce sono l'incipit del libro che raccoglie, in prima traduzione italiana, scritti in materia di lutto e depressione di studiosi tra i più autorevoli del settore etnopsichiatrico, ed è curato dallo stesso Beneduce e da Renè Collignon. Con l'obiettivo di una indispensabile contestualizzazione per un approccio corretto a queste tematiche, veniamo così immediatamente introdotti, da ora e per il resto del libro, attraverso lo sguardo di studiosi che non indossano il casco coloniale e si sottraggono con metodo al realismo ingenuo e all'etnocentrismo, nella dimensione conoscitiva che parte dai fatti osservabili per giungere, in un crescendo di significazione, alla concettualizzazione dei tratti caratteristici di una cultura.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.