Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To open articles without exiting the current webpage…

PEP-Web Tip of the Day

To open articles without exiting your current search or webpage, press Ctrl + Left Mouse Button while hovering over the desired link. It will open in a new Tab in your internet browser.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Guidi, N. (1996). Robert D. Hinshelwood, Il modello kleiniano nella clinica. (Ed. orig., Clinical Klein. Free Association Books, 1993). Trad, di C. Spinoglio. Milano: Raffaello Cortina Editore, 1994, pp. 267, Lit. 43.000.. Psicoter. Sci. Um., 30(4):131-135.

(1996). Psicoterapia e Scienze Umane, 30(4):131-135

RECENSIONI

Robert D. Hinshelwood, Il modello kleiniano nella clinica. (Ed. orig., Clinical Klein. Free Association Books, 1993). Trad, di C. Spinoglio. Milano: Raffaello Cortina Editore, 1994, pp. 267, Lit. 43.000.

Review by:
Nella Guidi

Robert Hinshelwood presenta questo volume come controparte clinica e necessario complemento della sua opera teorica, il Dizionario di psicoanalisi kleiniana (pubblicato in italiano da Cortina nel 1990). L'autore ritiene che vi sia, nella letteratura psicoanalitica, un eccesso di lavori teorici a scapito dell'interesse per la clinica. Si propone quindi, attraverso l'analisi di materiale clinico già pubblicato sia da Melanie Klein che da altri autori kleiniani, di mostrare come i concetti emergano a partire dal lavoro clinico. Il volume viene considerato dall'autore come un supporto alla Introduzione all'opera di Melanie Klein di Hanna Segai, ed è indirizzato anche a persone che per la prima volta si accostino al pensiero kleiniano. La lettura risulta facile, la sintesi del pensiero della Klein e degli altri autori è stimolante, l'approfondimento diretto, tramite gli scritti originali. Contrariamente alla Segai, che ha organizzato l'inquadramento dei concetti secondo lo sviluppo psicologico dell'individuo a partire dalla prima infanzia, Hinshelwood ha seguito l'ordine cronologico di comparsa dei vari contributi della Klein e degli altri autori kleiniani. Ne risulta un inquadramento storico dello sviluppo teorico che facilita il cogliere nessi e contraddizioni con la contemporanea elaborazione d'altra scuola e sopratutto con l'opera di Freud. Hinshelwood ci fa assistere all'emergere dell'interesse della Klein per la distruttività e le angosce che questa suscita, dal suo lavoro con i bambini.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.