Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To go directly to an article using its bibliographical details…

PEP-Web Tip of the Day

If you know the bibliographic details of a journal article, use the Journal Section to find it quickly. First, find and click on the Journal where the article was published in the Journal tab on the home page. Then, click on the year of publication. Finally, look for the author’s name or the title of the article in the table of contents and click on it to see the article.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(2002). Schede: Carl Gustav Jung, Sui sentimenti e sull'ombra. A domanda risponde. (ed. orig.: Über Gefühle und den Schatten. Winterthurer Fragestunden. Düsseldorf: Patmos Verlag Hmbh & Co. KG, Walter Verlag, 1999). Supervisione e cura dell'edizione italiana ili Elena Liotta. Roma: Edizioni Scientifiche Magi, 2001, pp. 67 e tre CD (in cofanetto), € 30.99.. Psicoter. Sci. Um., 36(2):145-146.

(2002). Psicoterapia e Scienze Umane, 36(2):145-146

SCHEDE

Schede: Carl Gustav Jung, Sui sentimenti e sull'ombra. A domanda risponde. (ed. orig.: Über Gefühle und den Schatten. Winterthurer Fragestunden. Düsseldorf: Patmos Verlag Hmbh & Co. KG, Walter Verlag, 1999). Supervisione e cura dell'edizione italiana ili Elena Liotta. Roma: Edizioni Scientifiche Magi, 2001, pp. 67 e tre CD (in cofanetto), € 30.99.

Il volumetto riproduce la registrazione delle risposte che Jung fornì in occasioni delle domande poste da amici e parenti nel corso di due visite a Sabi e Ignaz Tauber Scheitlin - nel 1957 e nel 1959 - nella località di Winterthur. Le domande sono proposte da Ignaz Tauber, Hans Baumann ed Ernst Jung ed abbracciano campi ampi e tra loro diversi, dal mondo dei sentimenti a questioni teologiche, dalla conoscenza interiore alla necessità dell'esistenza degli opposti. Tra i temi trattati, Jung si sofferma sulla perdita di sentimento e di capacità emozionale che è connaturata al processo di acquisizione della coscienza e della cultura, conducendo il mondo originario denso di senso e significato immediato verso l'oblio. «All'età di tre anni, per esempio, feci un sogno… Fu un sogno che ho capito soltanto all'età di sessant'anni, perché tutto quel mondo di esperienza, attraverso l'unilaterlaità dello sviluppo, era sparito per sempre» (p. 18). L'importanza di saper affiancare alla percezione inconscia una consapevolezza di se stessi basata sull'introspezione (e sorretta dal confronto inter-personale) emerge nel momento in cui Jung affronta il potere distruttivo della proiezione nelle relazioni sociali - ad esempio nel matrimonio, quando la persona assume su di sé le proiezioni del partner, o quando un genitore assegna al proprio figlio ca ratteristiche proprie: la proiezione viene così paragonata ad un proiettile psichico dal quale si viene colpiti.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.