Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To keep track of most popular articles…

PEP-Web Tip of the Day

You can always keep track of the Most Popular Journal Articles on PEP Web by checking the PEP tab found on the homepage.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Benvenuto, S. (2003). CHE COSA SONO LE PERVERSIONI?. Psicoter. Sci. Um., 37(3):25-46.

(2003). Psicoterapia e Scienze Umane, 37(3):25-46

CHE COSA SONO LE PERVERSIONI?

Sergio Benvenuto

L'Autore riconsidera le perversioni e le teorie psicoanalitiche classiche sulle perversioni da un punto di vista nuovo, proponendo quindi anche un criterio originale per determinarle. Egli non considera le perversioni come comportamenti sessuali specifici ma nemmeno come un tipo di fantasie: per lui la perversione è soprattutto una malattia etica. È perversa ogni relazione sessuale in cui la soggettività dell'altro viene usata come strumento per il piacere dell'Ego. Non si tratta quindi di una mancanza morale, ma di una strategia che trasforma una sofferenza (specialmente la gelosia) in un godimento manovrando l'altro come soggetto: il capolavoro perverso consiste nel trasformare il trauma della propria esclusione dal piacere dell'altro in un modo esclusivo di godere sessualmente. In questa prospettiva l'Autore ricostruisce la fenomenologia etica e soggettiva del voyeurismo e dell'esibizionismo, del sadismo e del masochismo, del feticismo, dei perversi omosessuali e delle donne perverse.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.