Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To search only within a publication time period…

PEP-Web Tip of the Day

Looking for articles in a specific time period? You can refine your search by using the Year feature in the Search Section. This tool could be useful for studying the impact of historical events on psychoanalytic theories.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Migone, P. (2008). Schede: John M. Oldham, Andrew E. Skodol & Donna S. Bender (a cura di), Trattato dei disturbi di personalità. Nota dei curatori dell'edizione italiana di Franco Del Corno e Vittorio Lingiardi. Trad. di Francesca Agostini, Rossana Di Nola, Emanuela Mundo, Claudia Piccioni & Alessia Ranieri. Milano: Raffello Cortina, 2008, pp. XXVI+1137, € 130,00 (ed. orig.: The American Psychiatric Publishing Textbook of Personality Disorders. Washington, D.C.: American Psychiatric Publishing, 2005). Psicoter. Sci. Um., 42(2):256-257.

(2008). Psicoterapia e Scienze Umane, 42(2):256-257

SCHEDE

Schede: John M. Oldham, Andrew E. Skodol & Donna S. Bender (a cura di), Trattato dei disturbi di personalità. Nota dei curatori dell'edizione italiana di Franco Del Corno e Vittorio Lingiardi. Trad. di Francesca Agostini, Rossana Di Nola, Emanuela Mundo, Claudia Piccioni & Alessia Ranieri. Milano: Raffello Cortina, 2008, pp. XXVI+1137, € 130,00 (ed. orig.: The American Psychiatric Publishing Textbook of Personality Disorders. Washington, D.C.: American Psychiatric Publishing, 2005)

Review by:
Paolo Migone

Dopo il voluminoso trattato del 2005 Psicoanalisi: teoria, clinica, ricerca a cura di Ethel Person, Arnold Cooper e Glen Gabbard, di quasi mille pagine e tradotto in italiano nel 2006 (vedi la scheda dell'edizione originale a pp. 119 del n. 1/2006 di Psicoterapia e Scienze Umane), Raffaello Cortina pubblica un'altra impegnativa opera, questa volta sui disturbi di personalità. Entrambi i trattati sono usciti nella serie dei Textbooks dell'American Psychiatric Publishing, e vogliono costituire un aggiornamento per i professionisti, con capitoli scritti dai principali esperti del settore, sia ricercatori che clinici.

Questo Trattato dei disturbi di personalità è diviso in sei parti. Nella Parte I (“Concetti fondamentali”) vi sono tre capitoli (scritti da: Oldham; Heim & Westen; Widiger & Mullins-Seweatt) che trattano prevalentemente gli aspetti teorici e la dicotomia categorie-dimensioni. Nella parte II (“Valutazione clinica”) altri tre capitoli (scritti da: Skodol; McDermut & Zimmerman; Grilo & McGlashan) affrontano la questione della diagnosi, la comorbilità, le valutazioni standardizzate e il decorso. La Parte III (“Eziologia”), di otto capitoli (scritti da: Paris; Torgersen; Cloninger; Coccaro & Siever; Cohen & Crawford; Fonagy & Bateman; Johnson, Bromley & McGeoch; Millon & Grossman) è dedicata alla complessa questione della genesi dei disturbi di personalità, volutamente ignorata dal DSM-III e dal DSM-IV (la cosiddetta “ateoreticità”) e per questo motivo ritenuti non validi ma solo attendibili; pertanto sono quanto mai importanti i dati di ricerca qui discussi riguardanti la epidemiologia, la genetica, la neurobiologia, lo sviluppo infantile e i fattori socio-culturali.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.