Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To review an author’s works published in PEP-Web…

PEP-Web Tip of the Day

The Author Section is a useful way to review an author’s works published in PEP-Web. It is ordered alphabetically by the Author’s surname. After clicking the matching letter, search for the author’s full name.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Fornaro, M. (2013). Silvia Bonino, Altruisti per natura. Alle radici della socialità positiva. Bari: Laterza, 2012, pp. XII+147, € 12,00. Psicoter. Sci. Um., 47(1):139.

(2013). Psicoterapia e Scienze Umane, 47(1):139

Silvia Bonino, Altruisti per natura. Alle radici della socialità positiva. Bari: Laterza, 2012, pp. XII+147, € 12,00

Review by:
Mauro Fornaro

L'Autrice è nota al largo pubblico per il volume Mille fili mi legano qui. Vivere la malattia (Bari: Laterza, 2006, 5a edizione del 2012 e numerose traduzioni), in cui prende spunto dall'esperienza personale di una grave patologia invalidante. Questo nuovo lavoro, in ideale continuità col precedente (quasi ad additare l'altruismo come appagante senso dell'esistenza anche da parte di chi tocca con mano la finitezza della vita), offre un'agile e ampia rassegna delle ricerche attorno a ciò che in letteratura si suole chiamare “socialità positiva”. Lungi da compiacimenti di tipo moralistico, l'Autrice intende mostrare come l'altruismo trovi altresì radici biologiche. Dopo un secolo, il Novecento, in cui specie con Freud e Lorenz si è insistito sull'innata aggressività, anzi distruttività dell'essere umano, in tempi più recenti discipline come la psicologia, l'antropologia, l'etologia (si vedano gli studi di de Waal sui primati non umani) e la stessa biologia mostrano la presenza di altrettante propensioni innate alla socialità positiva, se non altro per i vantaggi evoluzionistico-adattivi dati dalla collaborazione e dalla solidarietà. Si conferma così la duplice natura dell'essere umano, né solo demonio, né solo angelo; ma è grazie al prevalere della socialità positiva, sostiene l'Autrice, che si è riusciti ad arrivare al terzo millennio, nonostante gli orrori della storia dell'umanità (p.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.