Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see the German word that Freud used to refer to a concept…

PEP-Web Tip of the Day

Want to know the exact German word that Freud used to refer to a psychoanalytic concept? Move your mouse over a paragraph while reading The Standard Edition of the Complete Psychological Works of Sigmund Freud and a window will emerge displaying the text in its original German version.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Mancini, A. (2013). Recensione-saggio: Eric R. Kandel, L'età dell'inconscio. Arte, mente e cervello dalla grande Vienna ai nostri giorni. Trad. di Giambruno Guerrerio. Milano: Raffaello Cortina, 2012, pp. 622, € 39,00 (ediz. orig.: The Age of Insight. The Quest to Understand the Unconscious in Art, Mind, and Brain, from Vienna 1900 to the Present. New York: Random House, 2012). Psicoter. Sci. Um., 47(3):511-518.

(2013). Psicoterapia e Scienze Umane, 47(3):511-518

RECENSIONI

Recensione-saggio: Eric R. Kandel, L'età dell'inconscio. Arte, mente e cervello dalla grande Vienna ai nostri giorni. Trad. di Giambruno Guerrerio. Milano: Raffaello Cortina, 2012, pp. 622, € 39,00 (ediz. orig.: The Age of Insight. The Quest to Understand the Unconscious in Art, Mind, and Brain, from Vienna 1900 to the Present. New York: Random House, 2012)

Review by:
Antonella Mancini

In Collaboration with:
Andrea Castiello d'Antonio e Mauro Fornaro

Per un bel regalo a se stessi il libro di Kandel fa giusto al caso. Premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia nel 2000, a 80 anni passati, Kandel si prende il gusto e la licenza di fare alta divulgazione con un libro sufficientemente anomalo per metodo e per accostamento dei contenuti da renderne problematica la collocazione. In prima approssimazione lo si potrebbe assegnare alla categoria della “storia intellettuale”. La lettura è intrigante e avvincente, aiutata da una scrittura piana, al limite del didascalico, intervallata da centinaia di immagini commentate — belle riproduzioni di lavori artistici, fotografie, disegni, ecc. — che spezzano la monotonia della pagina scritta. Eppure Kandel non scopre cose nuove, non fa rivelazioni stupefacenti, tanto che sin dall'inizio il lettore è a proprio agio, rassicurato dal ritrovare molte cose che sa già. La straordinarietà del testo va cercata altrove, e cioè nel modo in cui sono proposti e collegati i contenuti, nel come Kandel smonta e rimonta con inaudita naturalezza pezzi della storia e della cultura, tra fine Ottocento e giorni nostri, al punto che più di una volta viene da chiedersi “com'è che non ci ho mai pensato?”.

Ma cos'è L'età dell'inconscio? Cominciamo dal titolo, che nell'originale è The Age of Insight, dove insight non è “inconscio” bensì un concetto intraducibile che coniuga a un tempo la comprensione intuitiva ed emotiva con quella cognitiva; un momento raro e felice che “illumina” di colpo gli elementi conflittuali confinati nell'inconscio, dando loro un senso.

[This is a summary excerpt from the full text of the journal article. The full text of the document is available to journal subscribers on the publisher's website here.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.