Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To refine your search with the author’s first initial…

PEP-Web Tip of the Day

If you get a large number of results after searching for an article by a specific author, you can refine your search by adding the author’s first initial. For example, try writing “Freud, S.” in the Author box of the Search Tool.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Galli, P.F. (2014). QUANTE STORIE, PER LA PSICHIATRIA. Psicoter. Sci. Um., 48(3):391-394.

(2014). Psicoterapia e Scienze Umane, 48(3):391-394

EDITORIALE

QUANTE STORIE, PER LA PSICHIATRIA

Pier Francesco Galli

La periodizzazione che ho abbozzato nell'editoriale del numero 2/2014 della rivista ha come categoria di riferimento la questione della motivazione individuale, di gruppo e nella compagine sociale degli operatori della salute mentale. Dal punto di vista metodologico è una modalità di comprendere e interpretare i fenomeni attraverso la storia emozionale. Negli ambiti di lavoro a componente relazionale elevata, l'ottica della psicologia sociale e della sociologia, accanto alla risorsa classica delle ricerche motivazionali a impianto psicoanalitico, è particolarmente utile. Circa la “psichiatria senza carisma”, di cui ho parlato nell'editoriale del numero scorso, diverse colleghe e colleghi mi hanno scritto personalmente o telefonato. Alla rivista è pervenuta qualche proposta ulteriore di contributi per un dibattito ormai bene avviato e che proseguirà nei prossimi numeri in parallelo con la configurazione più sistematica, sul piano cronologico, della rubrica “Tracce”. La mia “storiografia” è e sarà un misto di cronaca e racconto in cui cercherò di attraversare in maniera circostanziata le viscere della vicenda psichiatrica, fornendo materiali a chi vorrà approfondire le questioni e lo svolgersi dei processi sui quali concentrerò l'attenzione. Negli ultimi anni molti hanno scritto e scrivono storie delle discipline dello psichico in Italia. Alcune ricostruzioni si muovono tra la favola oleografica, spesso omissiva, e il vero e proprio falso storico, al limite tra malafede oggettiva e soggettiva.

[This is a summary excerpt from the full text of the journal article. The full text of the document is available to journal subscribers on the publisher's website here.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.