Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To use OneNote for note taking…

PEP-Web Tip of the Day

You can use Microsoft OneNote to take notes on PEP-Web. OneNote has some very nice and flexible note taking capabilities.

You can take free form notes, you can copy fragments using the clipboard and paste to One Note, and Print to OneNote using the Print to One Note printer driver. Capture from PEP-Web is somewhat limited.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Fiorani, M. (2014). Alberta Basaglia, con Giulietta Raccanelli, Le nuvole di Picasso. Una bambina nella storia del manicomio liberato. Milano: Feltrinelli, 2014, pp. 91, € 10,00. Psicoter. Sci. Um., 48(3):533.

(2014). Psicoterapia e Scienze Umane, 48(3):533

Alberta Basaglia, con Giulietta Raccanelli, Le nuvole di Picasso. Una bambina nella storia del manicomio liberato. Milano: Feltrinelli, 2014, pp. 91, € 10,00

Review by:
Matteo Fiorani

Sul “manicomio liberato” varie sono le memorie dei protagonisti: psichiatri oppure operatori che hanno vissuto tale esperienza. Anche le testimonianze dei pazienti hanno avuto buona fortuna, raccolte soprattutto tra gli anni 1970 e 1980 per restituire voce e soggettività a chi ne era stato privato dall'istituzione totale.

Originale, in questo panorama, è il punto di vista di Alberta Basaglia, figlia di Franco e Franca Ongaro, psicologa dell'età evolutiva, dal 1980 alla guida del Centro donna e del Centro antiviolenza del Comune di Venezia, con alle spalle una lunga esperienza di contrasto alle discriminazioni di genere. Stimolata dalle domande dei più piccoli sul padre e i “matti”, ha deciso di raccontare oggi, attraverso il suo sguardo di bambina di allora, gli anni della così detta “rivoluzione psichiatrica” italiana. Il libro — scritto con Giulietta Raccanelli, rivolto al grande pubblico e di agile lettura — è costruito attraverso brevi racconti impressionistici, memorie di luoghi, persone, vita quotidiana. E si apre proprio con il primo giorno di Alberta alla nuova scuola elementare di Gorizia, dove il padre si era trasferito, nel 1961, dalla Clinica universitaria di Padova per dirigere il locale manicomio.

Rispetto all'agiografia del racconto pubblico a prevalere è la dimensione privata e familiare dei Basaglia, fatta di nonne, zii, fratelli, mamme che fanno maglioni e padri che cantano in macchina Nessuno mi può giudicare.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.