Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To keep track of most popular articles…

PEP-Web Tip of the Day

You can always keep track of the Most Popular Journal Articles on PEP Web by checking the PEP tab found on the homepage.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Zamperini, A. Bettini, M. (2015). PSICOLOGIA E GENOCIDIO. NASCITA DI UNA PROFESSIONE IN RWANDA. Psicoter. Sci. Um., 49(1):71-86.

(2015). Psicoterapia e Scienze Umane, 49(1):71-86

PSICOLOGIA E GENOCIDIO. NASCITA DI UNA PROFESSIONE IN RWANDA

Adriano Zamperini e Marta Bettini

Tra aprile e luglio 1994, il Rwanda patì un genocidio che si distinse per intensità e gravità della violenza prodotta, poiché in questo breve lasso di tempo furono uccise circa un milione di persone. Dato il gran numero di rwandesi che hanno vissuto gravi eventi traumatici, non è certo casuale che, all'indomani del 1994, numerosi studi epidemiologici abbiano evidenziato elevati tassi di problemi di salute mentale e psicosociali nella popolazione del Rwanda. I programmi sociali e i servizi di salute mentale attuati per aiutare i rwandesi traumatizzati dal genocidio evidenziano il ruolo della psicologia clinica come professione. Questo articolo svolge alcune riflessioni sulle potenzialità e le sfide poste dall'attuazione di interventi psicologici a sèguito di un genocidio, concentrandosi sulla terapia di gruppo. In particolare, viene analizzata la posizione assunta dagli psicologi clinici tra l'occidentale “medicalizzazione” dei disturbi mentali e i processi di guarigione tradizionali.

[This is a summary excerpt from the full text of the journal article. The full text of the document is available to journal subscribers on the publisher's website here.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.