Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To view citations for the most cited journals…

PEP-Web Tip of the Day

Statistics of the number of citations for the Most Cited Journal Articles on PEP Web can be reviewed by clicking on the “See full statistics…” link located at the end of the Most Cited Journal Articles list in the PEP tab.

 

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Castiello d'Antonio, A. (2015). Antonio Perérez-Sánchez, Il colloquio in psicoanalisi e psicoterapia. Prefazione di Jaqueline Amati Mehler. Trad. di Laura Giovanelli. Roma: Astrolabio, 2014, pp. 244, € 23,00 (ediz. orig.: Interview and Indicators in Psychoanalysis and Psychotherapy. London: Karnac, 2012). Psicoter. Sci. Um., 49(1):152-154.

(2015). Psicoterapia e Scienze Umane, 49(1):152-154

Antonio Perérez-Sánchez, Il colloquio in psicoanalisi e psicoterapia. Prefazione di Jaqueline Amati Mehler. Trad. di Laura Giovanelli. Roma: Astrolabio, 2014, pp. 244, € 23,00 (ediz. orig.: Interview and Indicators in Psychoanalysis and Psychotherapy. London: Karnac, 2012)

Review by:
Andrea Castiello d'Antonio

Non sono numerosi i testi che si occupano del colloquio psicodinamico e dei primi colloqui analitici, una tematica che sembra essere stata poco sviluppata dagli psicoanalisti e dagli psichiatri, mentre ha avuto maggior fortuna tra gli psicologi clinici, a cominciare dai classici studi di David Shakow. A dire la verità il titolo di questo saggio dovrebbe indicare al lettore non solo la tematica del colloquio clinico - in specie la first interview - ma anche altri importanti argomenti che sono ampiamente evocati in queste pagine: le indicazioni e previsioni circa la tipologia di “cura”, le differenze tra psicoanalisi e psicoterapia e il processo di cambiamento psichico del soggetto nel corso della terapia. Tutti questi sono temi centrali nel testo e l'articolazione del lavoro, scandita nei nove capitoli, evidenzia gli stretti collegamenti che esistono tra presa in carico del paziente, scelta del trattamento e dinamica della terapia. I primi cinque capitoli spaziano dalle indicazioni terapeutiche alla tecnica del colloquio; si passa poi ai cosiddetti “indicatori psicodinamici” e all'analisi delle specificità della psicoanalisi e della psicoterapia psicoanalitica (gli ultimi quattro capitoli). I riferimenti teorici dell'Autore sono kleiniani e bioniani, con un saldo ancoraggio freudiano e numerosi riferimenti ai Balint (Michael e Enid) di Teorie e tecniche terapeutiche in medicina (Torino: Einaudi, 1970), un testo oggi poco frequentato ma molto apprezzato quando apparve in inglese nel 1961.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.