Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To find a specific quote…

PEP-Web Tip of the Day

Trying to find a specific quote? Go to the Search section, and write it using quotation marks in “Search for Words or Phrases in Context.”

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Loiacono, A.M. (2015). Cristiana Cimino, Il discorso amoroso. Dall'amore della madre al godimento femminile. Castel San Pietro Romano (RM): La Talpa Manifestolibri, 2015, pp. 155, € 16,00. Psicoter. Sci. Um., 49(4):671-673.

(2015). Psicoterapia e Scienze Umane, 49(4):671-673

Cristiana Cimino, Il discorso amoroso. Dall'amore della madre al godimento femminile. Castel San Pietro Romano (RM): La Talpa Manifestolibri, 2015, pp. 155, € 16,00

Review by:
Anna Maria Loiacono

L'Autrice è psichiatra e psicoanalista di formazione freudiana e lacaniana, membro della Società Psicoanalitica Italiana (SPI) e dell'International Psychoanalytic Association (IPA). È stata co-editor dell'European Journal of Psychoanalysis, e ha scritto diversi saggi per riviste italiane e straniere, come “Fronteggiare l'estremo. Per un'etica della nuda vita” (Rivista di Psicoanalisi, n.1/ 2011); “Estasi e perturbante. Nei dintorni di Thanatos” (aut aut, n. 352/2010); “L'invenzione de La donna. Un percorso da Freud a Lacan” (in: Alex Pagliardini & Rocco Ronchi, a cura di, Attualità di Lacan. L'Aquila: Textus, 2014). Da tempo si occupa del pensiero di Elvio Fachinelli.

Ne Il discorso amoroso. Dall'amore della madre al godimento femminile, Cristiana Cimino dichiara di voler affrontare la problematica dell'amore da un punto di vista psicoanalitico prima in Freud e poi in Lacan, culminando, nella terza e ultima parte del testo, nell'esplorazione di quanto enunciato nel sottotitolo.

Dopo aver esposto la prima teorizzazione freudiana sull'amore, legata alla teoria del narcisismo e a quella dell'identificazione (Tre saggi sulla teoria sessuale, 1905), l'Autrice prende in esame le concettualizzazioni sull'amore successive al 1920, quando Freud, ispirandosi al mito platonico della ricerca dell'unità perduta, giungerà alla formulazione del concetto di pulsione di morte. Così, sostiene l'Autrice, «la nostalgia amorosa si radicalizzerà e acquisterà la forma insidiosa e insistente della coazione a ripetere.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.