Customer Service | Help | FAQ | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see papers related to the one you are viewing…

PEP-Web Tip of the Day

When there are articles or videos related to the one you are viewing, you will see a related papers icon next to the title, like this: RelatedPapers32Final3For example:

2015-11-06_09h28_31

Click on it and you will see a bibliographic list of papers that are related (including the current one).  Related papers may be papers which are commentaries, responses to commentaries, erratum, and videos discussing the paper.  Since they are not part of the original source material, they are added by PEP editorial staff, and may not be marked as such in every possible case.

 

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(2017). Marta Tettamanti. Psicoter. Sci. Um., 51(2):310-311.

(2017). Psicoterapia e Scienze Umane, 51(2):310-311

Marta Tettamanti

«(…) fare anima cos'è? Le chiedevo allora, ora

lo so cos'è, è tante cose, anche camminare

tra oriente e occidente, un po' facendo uso

di gioia e un po' di dolore, un po' di gambe

e un po' di pensiero, un poco guardando alla terra

e un poco al cielo» (Vivian Lamarque,

Caro Dottore. In: Madre d'inverno.

Milano: Mondadori, 2016, p. 109)

«Io ero morta, ma tu sei l'unica ad accorgerti che forse non lo ero» (n. 1/2017, p. 138), dice a un certo punto Matilde alla sua terapeuta, poco prima di trasformarsi in un'acrobata capace di «salti e pericolosi equilibrismi» (p. 139).

Leggendo e ascoltando con curiosa attenzione la storia narrata, ho sentito “l'ascesa” alla spalliera come uno dei passaggi cruciali della terapia. In uno spazio paradossalmente ristretto e precario, la stessa bambina che cadeva da seduta e che sostava pietrificata di fronte all'altro sembra sperimentare nel gioco dell'acrobata una stabilità che fa sentire vivi e che sancisce la sua “rinascita” in un corpo nuovo, fatto di una pelle più spessa, capace di stabilire barriere e filtrare scambi (Giuliana Pelli Grandini, La statuina di Meissen e il mandala. Storia di una terapia psicomotoria. Bellinzona: Casagrande, 1999; Torino: Bollati Boringhieri, 2000).

I due corpi in scena, che mai sono stati fisicamente così lontani, in quella terra di mezzo, “spazio transizionale” (Donald W. Winnicott,

[This is a summary excerpt from the full text of the journal article. The full text of the document is available to journal subscribers on the publisher's website here.]

Copyright © 2018, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.