Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To use the Information icon…

PEP-Web Tip of the Day

The Information icon  (an i in a circle) will give you valuable information about PEP Web data and features. You can find it besides a PEP Web feature and the author’s name in every journal article. Simply move the mouse pointer over the icon and click on it for the information to appear.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Lastrucci, C. (2017). Interventi sul caso Giulio. Psicoter. Sci. Um., 51(4):629-630.
    

(2017). Psicoterapia e Scienze Umane, 51(4):629-630

Interventi sul caso Giulio

Cristiano Lastrucci

Il caso, partendo dalla mia pratica, mi ha posto due punti di riflessione, ovvero: la posizione soggettiva delle persone che incontro e quella che io occupo cercando di esercitare come psicoanalista. Nel testo penso siano reperibili due fili, due discorsi: uno che riguarda il trauma dell'incidente e l'altro la posizione soggettiva di Giulio. Mi concentrerò sulla seconda.

Giulio telefona al collega su spinta della madre e del medico di famiglia, dunque non per una sua scelta, ma per il volere dell'altro, per accontentarlo. Questo elemento di non fare che la scelta dell'altro ritorna in più di un'occasione del testo, tanto che è Giulio stesso a definirsi un «accontentatore» (n. 3/2017, p. 465). Fino al momento dell'incidente il paziente sembra inoltre in una posizione di attesa, su un piano sia sentimentale che professionale. La morte di Paolo e la caduta sono due eventi che irrompono in lui, destandolo. Giulio, scontrandosi con la morte, si scontra con la perdita, con la castrazione.

Al quarto incontro sembra emergere un'interrogazione soggettiva. Dice Giulio: «Ho capito che la botta [l'incidente] mi ha svegliato dal mio lungo permanere in una situazione di stallo… non so perché sono rimasto così a lungo… mi piacerebbe capirne le ragioni…» (n. 3/2017, p. 463). La questione sembra pertanto essere quella di non riuscire a scegliere. Da qui le considerazioni sul primo punto che volevo trattare, ovvero la frequenza attuale di un sintomo simile: rimanere fermi perché non capaci di scegliere.

[This is a summary excerpt from the full text of the journal article. The full text of the document is available to journal subscribers on the publisher's website here.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.