Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To receive notifications about new content…

PEP-Web Tip of the Day

Want to receive notifications about new content in PEP Web? For more information about this feature, click here

To sign up to PEP Web Alert for weekly emails with new content updates click click here.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Romano, C. (2019). Freud, Morelli e la nascita del paradigma indiziario in psicoanalisi. Psicoter. Sci. Um., 53(2):261-280.

(2019). Psicoterapia e Scienze Umane, 53(2):261-280

Freud, Morelli e la nascita del paradigma indiziario in psicoanalisi

Cesare Romano

Partendo da un riferimento di Freud al conoscitore d'arte Giovanni Morelli, contenuto ne Il Mosè di Michelangelo (1913), si argomenta che la nascita del paradigma indiziario in psicoanalisi, che Freud sviluppò soprattutto nella Psicopatologia della vita quotidiana (1901), è debitrice del metodo che Morelli sviluppò vent'anni prima della nascita della psicoanalisi. Si mette in evidenza anche l'analogia tra lo stile narrativo di Morelli e quello che Freud adottò nella Psicopatologia della vita quotidiana, il testo nel quale appare più evidente l'influenza della recente lettura di Morelli.

[This is a summary excerpt from the full text of the journal article. The full text of the document is available to journal subscribers on the publisher's website here.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.