Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To go directly to an article using its bibliographical details…

PEP-Web Tip of the Day

If you know the bibliographic details of a journal article, use the Journal Section to find it quickly. First, find and click on the Journal where the article was published in the Journal tab on the home page. Then, click on the year of publication. Finally, look for the author’s name or the title of the article in the table of contents and click on it to see the article.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Omodei Zorini, E. (2019). Intervento sul caso Anna. Psicoter. Sci. Um., 53(3):508-509.

(2019). Psicoterapia e Scienze Umane, 53(3):508-509

Intervento sul caso Anna

Eugenia Omodei Zorini

Desidero esprimere i miei complimenti a Simone Maschietto per il lavoro fatto, l'impegno generoso con cui ha seguito la sua paziente nella profonda regressione e nella disperazione che Anna ha potuto esprimere grazie alla capacità contentiva, alla dedizione e determinazione del suo terapeuta (oltre che alla propria profonda tenacia e vitalità).

«Anna è attualmente in trattamento»… (n. 2/2019, p. 315): Maschietto si espone pubblicamente ed espone la storia di una terapia ancora in corso. Da dove viene la forza di affrontare questa uscita dalla intimità e riservatezza di qualunque trattamento psicoterapeutico, specialmente di simili stati regressivi, nonostante tutte le cautele che immagino siano state prese? Ho una fantasia su questo: dopo un'immersione nella regressione e una dedizione così profonda ai bisogni della paziente, Maschietto ha avvertito la necessità di confrontarsi pubblicamente con i propri pari, di affermare la propria appartenenza professionale a luoghi di dibattito e confronto autonomi. Una affermazione di caratteristiche e di forza virili, di indipendenza dalla terapia che sta conducendo.

Vorrei proprio soffermarmi sull'intreccio estremamente interessante di maschile e femminile che il caso Anna suggerisce: la paziente che pur ricerca, nella disperazione, un rapporto contenitivo fortemente materno, ha scelto nel momento del bisogno due terapeuti maschi. Non mi sembra una scelta casuale; sono portata a pensare che l'incontro col femminile e con la madre comporti per Anna il risveglio di angosce primarie, antecedenti alla colpa.

[This is a summary excerpt from the full text of the journal article. The full text of the document is available to journal subscribers on the publisher's website here.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.