Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To copy parts of an article…

PEP-Web Tip of the Day

To copy a phrase, paragraph, or large section of an article, highlight the text with the mouse and press Ctrl + C. Then to paste it, go to your text editor and press Ctrl + V.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Cima, G.P. (2019). Alain Ehrenberg, La meccanica delle passioni. Cervello, comportamento, società. Trad. di Valeria Zini. Torino: Einaudi, 2019, pp. 342, € 26,00 (ediz. orig.: La mécanique des passions: Cerveau, comportement, société. Paris: Odile Jacob, 2018). Psicoter. Sci. Um., 53(3):536-537.

(2019). Psicoterapia e Scienze Umane, 53(3):536-537

Alain Ehrenberg, La meccanica delle passioni. Cervello, comportamento, società. Trad. di Valeria Zini. Torino: Einaudi, 2019, pp. 342, € 26,00 (ediz. orig.: La mécanique des passions: Cerveau, comportement, société. Paris: Odile Jacob, 2018)

Review by:
Gioele P. Cima

Dopo il successo di La fatica di essere se stessi. Depressione e società, del 1998 (Torino: Einaudi, 1999), Alain Ehrenberg, sociologo e direttore di ricerca emerito presso il Cermes3 del Centre National de la Recherche Scientifique (CNRS), torna a far parlare di sé con La meccanica delle passioni. Quest'ultimo libro, che prosegue la conclamata linea di ricerca ormai tipica dell'Autore, analizza il rapporto tra l'organizzazione delle società democratiche avanzate e il ritratto dell'uomo del nuovo millennio proposto dalla salute pubblica, rimarcando le implicazioni antropologiche e morali di un simile binomio. In particolare, La meccanica delle passioni delinea una diffusa e largamente documentata sinossi di come il paradigma (oggi egemone) delle neuroscienze cognitive concepisca il comportamento umano quale derivato di uno specifico ideale sociale, quello dell'individuo capace e autonomo: se la psicoanalisi trasmetteva un tipo di moralità improntato sul deficit e su criteri di rigida normatività funzionale, con la teoria del potenziale nascosto le neuroscienze riconcepiscono l'individuo come qualcuno in grado di convertire i propri handicap in risorse uniche e irripetibili. L'esasperazione del potenziale nascosto consente di “socializzare” il proprio “male incontrollabile” e di trasformarlo in una forma di civiltà ma, ribatte Ehrenberg, tali «promesse di uno sviluppo illimitato delle capacità umane» (p.

[This is a summary excerpt from the full text of the journal article. The full text of the document is available to journal subscribers on the publisher's website here.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.