Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To review an author’s works published in PEP-Web…

PEP-Web Tip of the Day

The Author Section is a useful way to review an author’s works published in PEP-Web. It is ordered alphabetically by the Author’s surname. After clicking the matching letter, search for the author’s full name.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Rosen, V.H. (1969). Introduzione al “Panel” su linguaggio e psicoanalisi. Rivista Psicoanal., 15(1):205-211.

(1969). Rivista di Psicoanalisi, 15(1):205-211

Introduzione al “Panel” su linguaggio e psicoanalisi

Victor H. Rosen, M.D.

Ferdinand de Saussure (6), che è chiamato il padre della moderna linguistica, è anche il padre di un illustre psicoanalista, il Dr. Raymond de Saussure; ma vi sono altri importanti legami fra queste due discipline. La psicoanalisi non può nulla senza il linguaggio e lo studio del linguaggio non può fare a meno della psicologia. La psicoanalisi ha contribuito in misura importante alla comprensione della psicopatologia del linguaggio (per una eccellente rassegna al riguardo e una buona bibliografia sull'argomento vedi Laffal, 13). Lo studio della struttura del linguaggio promette d'altra parte di darci importanti lumi sui modelli di base della organizzazione dell'Io (5, 7, 8, 9, 16, 19, 29, 30, 31, 32).

La linguistica e la psicoanalisi condividono anche parecchie somiglianze metodologiche. Entrambe sono fondate su assunti deterministici. Esse pongono l'accento in modo simile sullo sviluppo storico e dipendono pesantemente dalla ricostruzione del passato, come strumento importante. Tutt'e due i campi sono analitici nel loro tipo di approccio. La teoria clinica e lo studio della struttura di linguaggi specifici forniscono somiglianze interessanti, ma ancora di più colpiscono per l'analogia del loro rapporto la metapsicologia della psicoanalisi e i sistemi “metalinguistici” per lo studio del linguaggio (per es. la grammatica trasformazionale di Chomsky, 5).

Il rapporto del linguaggio col pensiero ha un posto centrale in entrambe le discipline e continua a preoccupare i linguisti in modo diretto e gli psicoanalisti in modo implicito in tutte le loro attività.

Sia i linguisti che gli psicoanalisti hanno significativi interessi che si sovrappongono, nella funzione comunicativa del gesto e della mimesi e nel campo complesso dei fenomeni paralinguistici in tutte le loro ramificazioni (12, 15, 17, 18, 23, 24).

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.