Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To report problems to PEP-Web…

PEP-Web Tip of the Day

Help us improve PEP Web. If you find any problem, click the Report a Problem link located at the bottom right corner of the website.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Mancia, M. (1970). David Cooper Psichiatria e antipsichiatria, Armando Armando Editore, Roma, 1969.. Rivista Psicoanal., 16(1):210-212.
   

(1970). Rivista di Psicoanalisi, 16(1):210-212

David Cooper Psichiatria e antipsichiatria, Armando Armando Editore, Roma, 1969.

Review by:
M. Mancia

David Cooper è un sudafricano che lavora a Londra dal 1955 in qualità di psichiatra. Con R. D. Laing e A. Esterson egli rappresenta quella corrente di psichiatria esistenziale che ha contribuito a creare in Inghilterra, in uno sforzo di superamento di pregiudizi e difficoltà metodologiche connesse con la tradizione psichiatrica e la compartimentalizzazione delle scienze umane tipiche della cultura dominante, il pensiero europeo di questo mezzo secolo.

Il titolo del libro, Psichiatria ed antipsichiatria, dimostra senza equivoci la posizione di antipsichiatra dello psichiatra Cooper nel tentativo di denunciare il metodo con cui la nostra società esercita una violenza ed invalida il malato di mente, con cui la famiglia crea le condizioni per una modalità di esistenza “schizofrenica” ed infine riportando un esperimento di antipsichiatria eseguito in un reparto psichiatrico: Villa 21. Cooper con antipsichiatria intende una concezione del rapporto con il malato di mente, in cui è implicito il tentativo di sottrarre la psichiatria stessa al dominio delle scienze mediche e biologiche considerate come mistificanti ed invalidanti ed al tempo stesso protettive per la società e di riportare il mestiere dello psichiatra in una dimensione umana. “Non c'è una tecnica di invalidazione più rispettabile e persino sacrosanta di quella che ha il supporto della scienza medica”, egli dice e riferendosi alla psichiatria afferma: “la violenza è al centro del problema…, la violenza in psichiatria è essenzialmente la violenza della psichiatria”.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.