Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To search for a specific phrase…

PEP-Web Tip of the Day

Did you write an article’s title and the article did not appear in the search results? Or do you want to find a specific phrase within the article? Go to the Search section and write the title or phrase surrounded by quotations marks in the “Search for Words or Phrases in Context” area.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

D'Errico, A. Turra, M.V. (1980). Direzioni della ragione nello “spazio” della relazione analitica. Rivista Psicoanal., 26(3):415-427.
  

(1980). Rivista di Psicoanalisi, 26(3):415-427

Direzioni della ragione nello “spazio” della relazione analitica

Antonio D'Errico e Marta Vittoria Turra

In questo scritto prendiamo in peculiare considerazione l'importanza di una impostazione spazio-figurativa, scelta per tradurre, nell'immediatezza del presente, l'essenzialismo morfologico-emozionale della relazione analitica. Configurazioni orientate allo strutturale caratterizzano spesso con maggiore pregnanza i “tipi di legame” in atto che in taluni momenti è dato cogliere con particolare evidenza tra i due protagonisti concreti della vicenda analitica. L'esercizio di traduzione degli eventi in formazioni più definite, come le immagini richiedono, trasforma la sfuggentezza del non conosciuto in prassi di vicino-lontano, aperto-chiuso, dentro-fuori, informe-formalizzato, che conferiscono spessore, presenzialità e connessioni ai partecipanti e a quanto accade intorno a loro: la stessa possibilità di lettura, a più livelli interpretativi, di quello che viene verbalizzato, è di per sé un esercizio che dà volume alla relazione analitica.

Analista e paziente sono subito insieme nella rete analitica e tutto quanto corre fra loro, inclusa la cosiddetta libera associazione, è descrittivo della relazione. La comunicazione, sotto forma di forma, consente di sottolineare il senso prevalente della situazione in atto, lasciando il ventaglio interpretativo come costellazione allusiva nella figura comunicata.

Una qualsiasi riflessione teorica sul tema “relazione” descrive, prima di ogni altra cosa, una condizione interna attuale, relativamente stabilizzata e consapevole, di chi riflette.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.