Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To access the PEP-Web Facebook page…

PEP-Web Tip of the Day

PEP-Web has a Facebook page! You can access it by clicking here.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Masciangelo, P.M. (1990). Il “filo rosso”. Una nota sulle proposte freudiane degli anni trenta. Rivista Psicoanal., 36(4):973-997.

(1990). Rivista di Psicoanalisi, 36(4):973-997

Il “filo rosso”. Una nota sulle proposte freudiane degli anni trenta Language Translation

Pier Mario Masciangelo

“Abbiamo notizia di un ordinamento particolare della marina inglese, per cui tutto quanto il sartiame della flotta regia, dalla fune più robusta alla più tenue, è ordito in modo che vi passi a traverso un filo rosso; questo non può essere tolto senza che tutto si sfaccia, e permette così di riconoscere anche i pezzi minimi come appartenenti alla corona” (J.W. Goethe, Le affinità elettive, cap. II).

Nel 1932, alla lezione numero 31 della Nuova Serie, dopo aver osservato che l'io è “scindibile”, anche “temporaneamente”, e che ciò non costituisce una “novità” - “forse è una accentuazione di cose note” (171) - Freud, a proposito della “psicologia dell'io” ribadisce non trattarsi di “nuove scoperte”, bensì di “nuovi modi di concepire e di raggruppare” (173).

“Mi trovo per un attimo nell'interessante posizione di non sapere se quello che voglio dire deve essere valutato come una cosa da tempo familiare e ovvia o come una cosa completamente nuova.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.