Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To search for text within the article you are viewing…

PEP-Web Tip of the Day

You can use the search tool of your web browser to perform an additional search within the current article (the one you are viewing). Simply press Ctrl + F on a Windows computer, or Command + F if you are using an Apple computer.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Zennaro, C. (1995). Zeitschrift für psichoanalytische Theorie und Praxis anno 8. Van Gorcum, Assen, 1993, 438 pagine, 132, 50 Fiorini olandesi.. Rivista Psicoanal., 41(3):545-547.

(1995). Rivista di Psicoanalisi, 41(3):545-547

Zeitschrift für psichoanalytische Theorie und Praxis anno 8. Van Gorcum, Assen, 1993, 438 pagine, 132, 50 Fiorini olandesi.

Review by:
Carla Zennaro

Nel corso dell'anno 1993 sono comparsi i regolamentari 4 quaderni. Il primo tratta della funzione simbolica del padre. Raguse-Stauffer scrive sulla capacità di essere curiosi, sulle sue forme di espressione, sui suoi disturbi e sui suoi cambiamenti nel processo analitico; la curiosità è auspicabile e per poter essere curiosi è essenziale poter fantasticare nella fase edipica; una curiosità vietata, punita, non sviluppata porta alla regressione in una sessualità indifferenziata. Borens si occupa delle categorie centrali della scuola di Lacan. Zagermann discute i vantaggi meta-psicologici, patognostici e diagnostici di una concezione dualistica delle pulsioni, intese di pura natura psichica, e vede l'immagine paterna e l'angoscia di castrazione, che si origina da essa, come rappresentante di Eros, che protegge dalla fusione con la madre, rappresentante di Thanatos; più precocemente, la scissione, con le sue due immagini opposte, assume un compito protettivo, dove l'immagine paurosa dell'oggetto divorante sarebbe la controreazione di Eros alla fusione che distrugge l'identità con l'oggetto idealizzato, Thanatos. Jongbloed e Goren-Prakken sostengono che il concetto di fasi libidiche è ancora utile in certe patologie. Szecsody, Kächele e Dreyer dicono le supervisioni uno strumento complicato per il training psicoanalitico: come insegnare ad apprendere nella situazione di supervisione? Il supervisore deve volgere la sua attenzione al rapporto tra candidato e paziente.

Il secondo quaderno presenta un'importante ed esauriente lezione che Loch, uno dei più famosi psicoanalisti nel mondo di lingua tedesca, tenne nel novembre 1992 in occasione dell'annuale Sigmund Freud-Vorlesung alla Johann-Wolfgang-Goethe-Universität di Francoforte. Loch, con un pressante susseguirsi di citazioni che partendo da Freud si estendono alla letteratura psicoanalitica mondiale, tratta dell'arte dell'interpretazione psicoanalitica e della costruzione della realtà.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.