Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see definitions for highlighted words…

PEP-Web Tip of the Day

Some important words in PEP Web articles are highlighted when you place your mouse pointer over them. Clicking on the words will display a definition from a psychoanalytic dictionary in a small window.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Zennaro, C. (1997). Psychoanal. St. Child Vol. 51, 1996. Yale University Press, New Haven and London, 613 pagine, £ 40.. Rivista Psicoanal., 43(2):305-306.

(1997). Rivista di Psicoanalisi, 43(2):305-306

Psychoanal. St. Child Vol. 51, 1996. Yale University Press, New Haven and London, 613 pagine, £ 40.

Review by:
Carla Zennaro

E. Kirsten Dahl, “The concept of Penis Envy Revisited. A Child Analyst listens to Adult Women”, dopo un cenno sull'evoluzione del pensiero psicoanalitico a proposito dell'invidia del pene nelle bambine, presenta, attraverso l'esposizione di vignette cliniche, le fantasie di genere in tre bambine dai quattro ai sei anni e in tre donne adulte. L'Autrice ipotizza che la differenza fra la chiarezza del materiale clinico concernente le reazioni alle differenze genitali tra i sessi nell'analisi di bambine e la mancanza di chiarezza o addirittura la prevalenza di oscurità del materiale nell'analisi di donne adulte rifletta non solo le vicissitudini della costruzione di genere, ma anche il destino dei derivati aggressivi e narcisistici per come essi vengono intrecciati nei conflitti creati dal riconoscimento delle limitazioni inerenti al corpo. La Dahl sostiene che una teoria della costruzione di genere basata sul concetto di femminilità primaria non riesce a cogliere la complessità dei compiti psicologici coi quali la bambina ha a che fare. Non che la bambina non conosca che è anatomicamente femmina, ma, in base alle nuove informazioni della differenza dei corpi, nel periodo edipico le sorge l'interrogativo se dare un senso e quale alle differenze corporee, soprattutto genitali. Vari successivi avvenimenti, quali l'attenuarsi della problematica edipica, l'acquisizione di maggiori capacità cognitive e socioemotive, le mestruazioni, i rapporti sessuali e la gravidanza stimolano il consolidamento dello schema corpo/genitale come funzionale ed intatto. Nella fase adulta, esistono fantasie costruite attorno alla nozione del corpo femminile, visto come limitato, mentre quello maschile è visto come illimitato, come si evince, a parere dell'Autrice, dal materiale clinico delle tre pazienti adulte.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.