Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To sort articles by author…

PEP-Web Tip of the Day

While performing a search, you can sort the articles by Author in the Search section. This will rearrange the results of your search alphabetically according to the author’s surname. This feature is useful to quickly locate the work of a specific author.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Zennaro, C. (1999). Zeitschrift für psychoanalytische Theorie und Praxis Vol. 12, 1997 Van Gorcum, Assen, 461 pagine, Fiorini Olandesi 170. Jahrbuch der Psychoanalyse Voll. 38 e 39, 1997 Frommann-Holzboog, Stuttgart-Bad Cannstatt, 236 e 280 pagine, DM 80.. Rivista Psicoanal., 45(1):193-198.

(1999). Rivista di Psicoanalisi, 45(1):193-198

RIVISTE STRANIERE

Zeitschrift für psychoanalytische Theorie und Praxis Vol. 12, 1997 Van Gorcum, Assen, 461 pagine, Fiorini Olandesi 170. Jahrbuch der Psychoanalyse Voll. 38 e 39, 1997 Frommann-Holzboog, Stuttgart-Bad Cannstatt, 236 e 280 pagine, DM 80.

Review by:
Carla Zennaro

Spesso rifletto sul come e perché dei “flussi migratori” delle persone, e, quindi, anche delle idee, o del solo nomadismo delle idee, comprese quelle psicoanalitiche. Perché e come si effettuano le “esportazioni” e le “importazioni” di nuovi concetti, di pensieri innovativi? Quali influenze esercitano sul pensiero nel luogo di migrazione? Interrogativi che meriterebbero un ampio spazio. Per quanto riguarda il pensiero psicoanalitico mitteleuropeo o di lingua tedesca, sappiamo come ci sia stata una emigrazione di persone ed una esportazione di idee in diverse parti del mondo al tempo del nazismo. Sappiamo pure come il pensiero psicoanalitico abbia subito un arresto, per tempi più o meno lunghi ed in ogni caso in modo incisivo, nella sua naturale evoluzione nei paesi caduti sotto il dominio nazista. Ma come ha reagito il pensiero psicoanalitico mitteleuropeo, e, in particolare, quello tedesco dopo la caduta del nazismo? Qual è lo stato attuale della psicoanalisi in Germania e nel mondo di lingua tedesca? Si tratta di domande molto importanti per rispondere alle quali occorrerebbe uno studio molto approfondito. Le vicende specifiche, dal 1933 al 1951, della D.P.G. Società Psicoanalitica Tedesca (in passato forse gravata da tendenze accomodanti nei confronti del Terzo Reich e non appartenente all'I.P.A.) sono certificate in un ricco ed esauriente libro di Regine Lockot, della casa editrice Diskord, 1994.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.