Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To find an Author in a Video…

PEP-Web Tip of the Day

To find an Author in a Video, go to the Search Section found on the top left side of the homepage. Then, select “All Video Streams” in the Source menu. Finally, write the name of the Author in the “Search for Words or Phrases in Context” area and click the Search button.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Fiorentini, G. Frangini, G. Molone, P. Ubaldini, M.M. Robutti, A. Savoia, V. (2001). L'inconscio nelle prospettive relazionali. Rivista Psicoanal., 47(1):51-75.
    

(2001). Rivista di Psicoanalisi, 47(1):51-75

L'inconscio nelle prospettive relazionali

Giuseppe Fiorentini, Giuseppe Frangini, Paola Molone, Marzia Mori Ubaldini, Andreina Robutti e Viviana Savoia

Sei psicoanalisti si incontrano per parlare di inconscio. Dovrebbero sentirsi a proprio agio, come topi nel formaggio… e invece non è così. L'inconscio, per la sua naturale immaterialità e inconoscibilità ci sfugge e ci inquieta. Incominciamo per fortuna con del “materiale” clinico portato da uno di noi. Come si esprime l'inconscio? Il paziente porta per lungo tempo immagini visive spezzettate, poi strazianti singhiozzi, poi ha una emorragia dal naso in seduta, che comporta l'intervento dell'analista, una “rottura” del setting, e giunge infine un sogno.

Pensiamo che attraverso le immagini quasi allucinatorie, i singhiozzi, il sangue l'inconscio si presenta, mentre il sogno, violento e misterioso, rappresenta scenicamente l' assassinio dell'analista, che qualcuno gentilmente si presta a seppellire. In questi accadimenti, dunque, vediamo modi diversi in cui l'inconscio si manifesta, ma siamo subito presi da dubbi.

È l'inconscio quello che si presenta in modo tanto frantumato, prima del sogno? O non saranno proprio questi frammenti il segno della mancanza di un contenimento inconscio? Chi lavora con pazienti nevrotici lavora con l'inconscio, ma con gli psicotici non si tratta forse di far diventare inconscio quello che non lo è mai stato o, incontrollatamente, non lo è più? Queste domande sono state uno dei fili conduttori dei nostri incontri.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.