Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see the German word that Freud used to refer to a concept…

PEP-Web Tip of the Day

Want to know the exact German word that Freud used to refer to a psychoanalytic concept? Move your mouse over a paragraph while reading The Standard Edition of the Complete Psychological Works of Sigmund Freud and a window will emerge displaying the text in its original German version.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Roccato, M. (2003). Sogni in gravidanza: immagini delle trasformazioni del Sé. Rivista Psicoanal., 49(1):179-201.

(2003). Rivista di Psicoanalisi, 49(1):179-201

LAVORI IN CORSO

Sogni in gravidanza: immagini delle trasformazioni del Sé

Maddalena Roccato

Di recente tre mie pazienti in analisi sono rimaste incinte; una, due volte di seguito a distanza di pochi mesi. Ho così avuto modo di seguire da vicino quattro gravidanze, con tutti i sentimenti, le fantasie, i sogni che evocavano nelle tre donne coinvolte.

Sui sogni da loro narratimi in analisi si basa appunto questo lavoro.

Il primo spunto di esso, però, mi è stato dato anni fa da due sogni portatimi nell'imminenza del parto da una paziente in psicoterapia, che chiamerò Luisa.

Luisa, una signora di quarant'anni incinta del secondo figlio, che vedo vis-à-vis una volta alla settimana, verso la fine della gravidanza mi racconta due sogni:

“Ho sognato una vasca, una specie di piscina, ma piccola, tutta piena di delfini. I delfini nuotavano velocemente in tutte le direzioni, ma erano troppi, si urtavano l'un l'altro, stavano troppo stretti: sicché alla fine saltavano fuori dall'acqua, e di conseguenza morivano. Mi sono svegliata in preda all'angoscia”.

Del secondo sogno, che ricordo male (l'episodio risale a qualche anno fa), dirò solo che metteva in scena una persona, una donna adulta, sorta di controfigura della paziente, che improvvisamente si buttava dalla finestra. Luisa nel sogno temeva che fosse morta.

“Mi sembra un sogno di parto, interpreto: il bambino ormai sta troppo stretto nel suo utero, e si prepara a saltar fuori”. A rischio della vita, penso: la paziente sembra quasi viverlo come un salto nel vuoto, come buttarsi dalla finestra, morire, anziché come dare inizio a una nuova vita.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.