Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To view citations for the most cited journals…

PEP-Web Tip of the Day

Statistics of the number of citations for the Most Cited Journal Articles on PEP Web can be reviewed by clicking on the “See full statistics…” link located at the end of the Most Cited Journal Articles list in the PEP tab.

 

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Gabbard, G.O. (2003). Fallimenti nel trattamento psicoanalitico di pazienti con tendenze al suicidio. Rivista Psicoanal., 49(2):319-339.

(2003). Rivista di Psicoanalisi, 49(2):319-339

Fallimenti nel trattamento psicoanalitico di pazienti con tendenze al suicidio

Glen O. Gabbard

Quando il comitato dell'IPA che si occupa del programma scientifico di questo Congresso mi ha nominato oratore principale per il Nord America, per prima cosa ho riflettuto un po' sul significato del tema generale di quest'assise: “Lavorare alle frontiere”. Il termine “frontiere” (o “confini”) evoca scenari di pericolo, visioni di regioni selvagge e non civilizzate nelle quali le consuete norme sociali non trovano più applicazione. Una fonte autorevole ci offre una definizione particolarmente appropriata: “Parte di un paese che costituisce il confine o il limite estremo di regioni insediate o abitate” (1993, 1034). Una seconda definizione è ancora più marcata: “Frontiera. Barriera contro l'attacco” (1993, 1034). Un problema che dunque si pone agli psicoanalisti di questo Congresso è identificare le regioni estreme dell'impresa psicoanalitica, regioni in cui siamo vulnerabili all'attacco, circondati da condizioni selvagge e minacciati dai tanti rischi insiti nel nostro lavoro. Mentre riflettevo su questo aspetto delle frontiere pericolose della psicoanalisi, mi è tornata alla mente tutta una serie di incidenti cui ho assistito quando psicoanalisti pur animati dalle migliori intenzioni hanno commesso gravi errori nel trattamento di pazienti con tendenze al suicidio.

In un certo senso, la mia carriera ha avuto un carattere unico per il mio costante impegno in due distinti settori del cosiddetto “ampliamento di campo” lungo questa frontiera talvolta pericolosa.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.