Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To share an article on social media…

PEP-Web Tip of the Day

If you find an article or content on PEP-Web interesting, you can share it with others using the Social Media Button at the bottom of every page.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Meterangelis, G. Spiombi, G. (2003). La soggettivitĂ  dell'analista ed il grado della sua partecipazione alla costruzione della relazione analitica: il problema della self-disclosure. Rivista Psicoanal., 49(3):507-527.

(2003). Rivista di Psicoanalisi, 49(3):507-527

La soggettività dell'analista ed il grado della sua partecipazione alla costruzione della relazione analitica: il problema della self-disclosure

Giovanni Meterangelis e Guglielmo Spiombi

Scopo di questo lavoro è quello di mettere in relazione il tema della soggettività dell'analista con alcuni assunti della teoria della clinica all'interno del cosiddetto orientamento psicoanalitico relazionale. Per fare ciò utilizzeremo un aspetto particolarmente problematico della tecnica analitica comunemente rubricato sotto la voce self-disclosure.

Questo concetto, sin dalla sua formulazione, ha suscitato, per comprensibili ragioni, una certa diffidenza fra gli analisti. Per quanto ci riguarda il termine non esprime appieno ciò di cui vogliamo parlare.

Il nostro obiettivo non è quello di mettere in discussione il vecchio sistema di regole tecniche ormai validato e collaudato, né tantomeno di propagandare un atteggiamento di spontaneismo autodisvelatorio da parte dell'analista, quanto piuttosto quello di valutare la possibilità di riconsiderare il nostro strumentario tecnico attraverso un attento esame non solo di ciò che diciamo di noi stessi, consciamente o inconsciamente, ai nostri pazienti, ma anche dell'uso che facciamo sempre di noi stessi nel lavoro analitico.

L'enfasi posta dal dibattito contemporaneo sulla natura relazionale del processo psicoanalitico (Mitchell, 1988), pone l' analista di fronte ad una ridefinizione di un aspetto centrale del metodo clinico, quello riguardante l'influenza della propria soggettività nella costruzione del processo stesso.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.