Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To restrict search results by languageā€¦

PEP-Web Tip of the Day

The Search Tool allows you to restrict your search by Language. PEP Web contains articles written in English, French, Greek, German, Italian, Spanish, and Turkish.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Cappelli, N. (2003). Thomas H. Ogden (2002) Conversations at the Frontier of Dreaming London, Karnac, 257 pagine, s.i.p.. Rivista Psicoanal., 49(3):618-622.

(2003). Rivista di Psicoanalisi, 49(3):618-622

Thomas H. Ogden (2002) Conversations at the Frontier of Dreaming London, Karnac, 257 pagine, s.i.p.

Review by:
Nelly Cappelli

Leggere Conversazioni al confine del sogno, è stato come immergermi in un'atmosfera coinvolgente, fra psicoanalisi e poesia. Ho potuto godere dell'illusione che i miei pensieri e i ricordi, che di volta in volta affioravano, interagissero con quelli dell'Autore, in uno sforzo comune, volto a creare qualcosa di nuovo.

“In questo capitolo chiederò al lettore di fare una cosa un po' differente. Chiedo al lettore di ascoltare il proprio ascolto: il che significa ascoltare il modo in cui egli ascolta, e udire me che ascolto, una poesia; e successivamente confrontare quei “suoni” col modo in cui egli ascolta, e sente me che ascolto, una seduta d'analisi” (nel testo, 79; trad. mia).

L'“intreccio” nel quale mi sono sentita coinvolta è tratteggiato in questo incipit diretto e invitante. Il libro, secondo gli intenti e la definizione dell'Autore è: “un libro di conversazioni”: quelle che si svolgono all'interno dell'analista e del paziente, dello scrittore e del lettore, e fra di loro.

Conversazioni reali e immaginarie, avvenute, taciute, ancora da compiersi.

Riferendosi alla scrittura di Winnicott, Ogden scrive: “Le idee sono lì per essere colte/create da chi legge” (Ogden, 231, trad. mia). Ecco il presupposto perché accada quell'evento unico, vitale, in cui il lettore dà forma a un testo, ascoltandolo.

Ogden non descrive un pensiero, ma allude ad una peculiare esperienza: quella che il lettore vive, sentendosi parte di un' esperienza condivisa.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.