Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To turn on (or off) thumbnails in the list of videos….

PEP-Web Tip of the Day

To visualize a snapshot of a Video in PEP Web, simply turn on the Preview feature located above the results list of the Videos Section.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(2003). Marco La Scala e Franca Munari Vergogna e colpa: dalle origini all'Edipo. Note sul 63° Congresso degli psicoanalisti di lingua francese Lione, 9 maggio-1 giugno 2003. Rivista Psicoanal., 49(3):675-684.

(2003). Rivista di Psicoanalisi, 49(3):675-684

Marco La Scala e Franca Munari Vergogna e colpa: dalle origini all'Edipo. Note sul 63° Congresso degli psicoanalisti di lingua francese Lione, 9 maggio-1 giugno 2003

Un congresso imponente, questo 63° Congresso degli psicoanalisti di lingua francese. Imponente come numero di partecipanti, più di 800 persone, di cui 600 appartenenti alle due società francesi (APF e SPP), ma anche imponente la rappresentazione della psicoanalisi francese. Questa infatti si presenta sempre più come un corpus teorico compatto che, con metodo, lentamente anche assorbe e fa propri gli apporti che le arrivano dall'esterno, rielaborandoli spesso creativamente al suo interno, ma sempre con una estrema attenzione all'“ortodossia”.

Gli psicoanalisti francesi sono da sempre profondi e meticolosi conoscitori del corpus freudiano e seppur in esso orientati in certe direzioni da sempre privilegiate, sviluppano la loro creatività e il loro pensiero, comunque raffinato e colto, anche annettendo ai bordi, con una certa condiscendenza nei confronti dell'esterno, ma talora anche, ci sembra, con lo spirito di una incursione un po' impropria e rischiosa, come di adolescenti che però debbano subito rientrare e giustificare il loro operato.

Questo ha peraltro il grande vantaggio di determinare una continuità e una coerenza nello sviluppo della metapsicologia, di mantenere un'area di riferimenti e di terminologia comuni e condivisi e di articolare, nel rispetto dell'“eredità e del legato” dei padri - come sottolinea André Beetschen (APF) nel suo lavoro - le difficoltà del rapporto col padre, nucleo di riferimento costante nel pensiero francese.

E il rigore che impronta questo congresso, che vuole essere, per scelta, prevalentemente a carattere teorico, ripercorre nella sua struttura la relazione col padre.

A due delfini, con anni di anticipo - sono già stati programmati i temi fino al 2007 - viene affidato il compito di svolgere le relazioni portanti del congresso. Un grande onore, che attesta il riconoscimento dei padri e un grande onere, per l'impegno richiesto da questi lavori, che devono essere “veri status dell'arte sull'argomento trattato” come scrisse Squitieri (2002) a proposito del precedente congresso.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.