Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see definitions for highlighted words…

PEP-Web Tip of the Day

Some important words in PEP Web articles are highlighted when you place your mouse pointer over them. Clicking on the words will display a definition from a psychoanalytic dictionary in a small window.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Mangini, E. (2003). Danielle Quinodoz (2003) Words that touch. A psychoanalyst learns to speak London, Karnac, 209 pagine, s.i.p.. Rivista Psicoanal., 49(4):885-891.

(2003). Rivista di Psicoanalisi, 49(4):885-891

RECENSIONI

Danielle Quinodoz (2003) Words that touch. A psychoanalyst learns to speak London, Karnac, 209 pagine, s.i.p.

Review by:
Enrico Mangini

A Venezia una volta c'erano i gondolieri. Non quelli “da turisti”, con cappello di paglia, casacca a strisce bianche e rosse e gondole nero lucenti di giapponesi e cineprese. Erano gondolieri che per poche lire traghettavano la gente da un lato all'altro del Canal Grande, facendo risparmiare molta strada a piedi e permettendo nello stesso tempo la gioia di un breve tratto in gondola.

In un altro luogo geopolitico, ma con simili metafore, Danielle Quinodoz parla di una “terra di nessuno” tra il confine svizzero e quello francese. I suoi abitanti, come i nostri pazienti “di oggi” (che chiama “eterogenei” perché usano meccanismi sia nevrotici sia psicotici) sono privati del senso di identità e di appartenenza e, intrappolati nella loro eterogeneità, non sono in grado di tollerare non coerenti e differenti parti di sé — sentimenti, sensazioni, idee, affetti — non riuscendo ad integrarli.

Lei stessa dice che per poter circolare agevolmente possiede due passaporti, uno francese e uno svizzero, e fa intendere che questi pazienti della terra di nessuno possono rivolgersi ad un analista essenzialmente per ottenere quel passaporto che testimoni un'identità e una coesione del Sé il cui fallimento si riflette nella loro vita nei modi più diversi e della cui origine non sanno ancora nulla.

Siamo traghettatori noi psicoanalisti, e insieme compagni di viaggio di chi percorre la “terra di nessuno”.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.