Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To keep track of most cited articles…

PEP-Web Tip of the Day

You can always keep track of the Most Cited Journal Articles on PEP Web by checking the PEP Section found on the homepage.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Mancia, M. (2003). Arthur Tatossian (1988) Edipo in Kakania. Kafka, Musil e Freud Bollati Boringhieri, Torino, 2002, traduzione a cura di Riccardo Dalle Luche e Giampaolo Di Piazza, euro 14,00, 134 pagine.. Rivista Psicoanal., 49(4):898-901.
    

(2003). Rivista di Psicoanalisi, 49(4):898-901

Arthur Tatossian (1988) Edipo in Kakania. Kafka, Musil e Freud Bollati Boringhieri, Torino, 2002, traduzione a cura di Riccardo Dalle Luche e Giampaolo Di Piazza, euro 14,00, 134 pagine.

Review by:
Mauro Mancia

Edipo in Kakania (la doppia K di Kaiserlich e Königlich che ha siglato la potenza dell'impero austro—ungarico) di questo colto psichiatra marsigliese ci offre uno spaccato di un periodo tra fine Ottocento e inizio Novecento in cui numerosi scrittori, da Arthur Schnitzler a Franz Kafka, da Otto Weininger a Robert Musil, si sono ritrovati con Sigmund Freud di fronte ad un gioco di rispecchiamenti sotto la costellazione dell'Edipo. Non c'è infatti da stupirsi — dice Tatossian — che la scoperta dell'Edipo sia avvenuta in Kakania nel 1897. Questo è infatti l'anno — significativa coincidenza — in cui l'imperatore Francesco Giuseppe ricevette un gruppo di pittori viennesi con a capo Gustav Klimt che gli annunciarono la loro ribellione all'accademismo (una uccisione simbolica dei padri) fondando così la secessione. Tutto ciò alcuni mesi prima della lettera del 15 ottobre 1897 con cui Freud annuncia a Wilhelm Fliess la sua scoperta dell'Edipo. Nello stesso tempo il problema dell'identità si poneva in modo particolare agli ebrei in Austria. Essi potevano assimilarsi negando la propria identità, oppure neutralizzarla attraverso l'ideologia socialista o, infine, accentuare la loro identità ebraica con il sionismo. La psicoanalisi poteva essere vista in quel particolare momento storico anche come un altro tentativo di risolvere questo problema dell'identità ebraica.

Gli scrittori della Kakania si interessarono presto e tra i primi alla psicoanalisi.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.