Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To print an article…

PEP-Web Tip of the Day

To print an article, click on the small Printer Icon located at the top right corner of the page, or by pressing Ctrl + P. Remember, PEP-Web content is copyright.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Zanette, M. (2005). Journal of Child Psychotherapy vol. 30, nn. 1 e 2, 2004 Routledge, London.. Rivista Psicoanal., 51(3):957-965.
    

(2005). Rivista di Psicoanalisi, 51(3):957-965

RIVISTE STRANIERE

Journal of Child Psychotherapy vol. 30, nn. 1 e 2, 2004 Routledge, London.

Review by:
Mirella Zanette

Il primo numero apre con tre contributi intorno al tema del padre inteso: a) come dimensione della mente a cui il bambino accede se vengono assicurate, in particolare dalla madre, specifiche condizioni; b) come funzione evolutiva da ridefinire nei tempi e nei significati, anche attraverso le nuove prospettive dell'Infant Research; c) come elemento della configurazione edipica, la cui storia - conflitti, negoziazioni, deficit - si dà a vedere nel presente del lavoro terapeutico con i genitori e i loro bambini.

L'apparente semplicità del modello «il bambino-possiede-una-bocca-che-si-apre-per-prendere-il-nutrimento» viene messa in discussione da situazioni cliniche dello spettro autistico, atte a mostrare la complessità degli elementi in campo perché quel modello possa essere raggiunto e mantenuto. A parte i fattori emotivi e neurologici del bambino, per Maria Rhode (Different responses to trauma in two children with autistic spectrum disorder: the mouth as crossroads for the sense of self) sembra decisiva la costellazione del mondo interno della madre: la relazione col padre del bambino e con i propri genitori e fratelli insieme alla capacità di situarsi nella struttura temporale delle generazioni. Quando eventi traumatici reali si legano col trauma di una illusione (F. Tustin) per cui la perdita, in quanto oggetto separato, della madre che nutre coincide con la perdita di una parte della propria bocca, viene raggiunto il punto di crisi.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.