Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To use the Information icon…

PEP-Web Tip of the Day

The Information icon (an i in a circle) will give you valuable information about PEP Web data and features. You can find it besides a PEP Web feature and the author’s name in every journal article. Simply move the mouse pointer over the icon and click on it for the information to appear.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Palombi, F. (2006). Felice Cimatti (2004): Il senso della mente. Per una critica del cognitivismo Torino, Bollati Boringhieri, 230 pagine, 21,00 euro. Rivista Psicoanal., 52(3):834-837.

(2006). Rivista di Psicoanalisi, 52(3):834-837

Felice Cimatti (2004): Il senso della mente. Per una critica del cognitivismo Torino, Bollati Boringhieri, 230 pagine, 21,00 euro

Review by:
Fabrizio Palombi

Il testo è una critica puntuale e serrata di una delle più influenti correnti dell'attuale panorama filosofico e della sua pretesa di assimilare la mente a un calcolatore. Il cognitivismo viene criticato come aggiornamento di un'antica strategia denunciata da Leibniz che, riducendo l'uomo a una macchina, si preclude la possibilità di accedere al fenomeno del senso. In questa direzione Cimatti si muove con grande competenza all'interno della recente filosofia della mente per evidenziare gli aspetti logicamente ed epistemologicamente autocontraddittori del programma di ricerca cognitivista.

Tra questi ci sembrano esemplari due grappoli di problemi che potremmo sintetizzare con la denominazione di paradossi del contenitore e dell'oggetto specifico.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.