Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see definitions for highlighted words…

PEP-Web Tip of the Day

Some important words in PEP Web articles are highlighted when you place your mouse pointer over them. Clicking on the words will display a definition from a psychoanalytic dictionary in a small window.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

(2006). Giovanni Hautmann discute la relazione di Antonino Ferro. Rivista Psicoanal., 52(4):909-918.

(2006). Rivista di Psicoanalisi, 52(4):909-918

Giovanni Hautmann discute la relazione di Antonino Ferro

Voglio raccontarvi che quando si è fatto per me più concretamente operativo l'impegno di riflettere su questo lavoro che riassume il modo con cui tu, Nino, ti poni come psicoanalista a partire dal tema del transfert, in vista di individuare quale fosse la mia posizione, un crescente stato di inquietudine ha infiltrato il mio stato d'animo, che in una notte mi ha insistentemente richiamato il perturbante e le parole unheimlich e heimlich quasi parevano rincorrersi nella mia mente. Ma, naturalmente, è bastato il richiamo a questa intrecciata dicotomia tra familiare e non-familiare a togliermi da questa sorta di malessere confusivo, facendomi recuperare quella funzione ottica ordinativa di base che, come credevano i bambini minacciati dal mago sabbiolino, ritenevo di avere perduta. Il pensiero onirico aveva fatto il suo lavoro nel dormiveglia.

Ed a proposito di pensiero onirico, si entra subito nel merito di uno dei due fondamentali aspetti del teorizzare e operare analitico di Antonino Ferro, che accosto con un senso di condivisione e quindi di familiarità.

Perdonatemi infatti questa citazione:

«Il pensiero onirico si configura come una funzione mentale differenziata conscia-inconscia sempre in atto nel sonno come nella veglia, che in momenti particolari del sonno dà luogo al sogno manifesto e latente e che nella seduta analitica fornisce il pensiero di base del contenitore ludico che paziente e analista alimentano in continuazione.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.