Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To quickly go to the Table of Volumes from any article…

PEP-Web Tip of the Day

To quickly go to the Table of Volumes from any article, click on the banner for the journal at the top of the article.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Morpurgo, V.E. (2006). Perché l'Uomo Mosè ci inquieta ancora? Freud, la psicoanalisi, l'antisemitismo. Rivista Psicoanal., 52(4):1087-1106.

(2006). Rivista di Psicoanalisi, 52(4):1087-1106

Perché l'Uomo Mosè ci inquieta ancora? Freud, la psicoanalisi, l'antisemitismo Language Translation

Valeria Egidi Morpurgo

Testo che non cessa di stupirci per la sua inesauribile capacità di suscitare domande, L'Uomo Mosè e la religione monoteistica è una sorta di testamento spirituale di Freud. Che indica nell'interrogazione «sul fondamento dell'identità inalterabile del popolo ebraico» (Bertani e Ranchetti, XIII), vale a dire in uno scavo ardito e doloroso all'interno della propria identità, e non all'esterno di sé (e del proprio gruppo di appartenenza), la linea di resistenza per salvaguardare il senso e lo spirito della psicoanalisi.

Con L'Uomo Mosè Freud ci ha indicato l'originalità e la validità del modo di pensare psicoanalitico mostrandoci «una riedizione dell'antica lotta per l'interiorità, per portare nell'interiorità ciò che è dell'esternalità, caratteristica che compare nel pensiero ebraico e che permette a Harold Bloom in Rovinare le sacre verità di rintracciare in Geremia, con il suo “fuoco ardente verso l'esterno” lo stesso spirito di quella concettualizzazione di Freud» (Egidi Morpurgo, 1993, 427).

I

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.