Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see Abram’s analysis of Winnicott’s theories…

PEP-Web Tip of the Day

In-depth analysis of Winnicott’s psychoanalytic theorization was conducted by Jan Abrams in her work The Language of Winnicott. You can access it directly by clicking here.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Ferruta, A. (2007). Cambiamento nell'immagine etica dell'uomo? Memoria e funzione mitica. Rivista Psicoanal., 53(2):529-538.

(2007). Rivista di Psicoanalisi, 53(2):529-538

Cambiamento nell'immagine etica dell'uomo? Memoria e funzione mitica

Anna Ferruta

Divieto di oblio: «una memoria rivisitata dal progetto del futuro». Il filosofo Remo Bodei (2004) nell'Introduzione all'edizione italiana del libro di Paul Ricoeur (1998) Ricordare, dimenticare, perdonare afferma l'importanza di sviluppare una dimensione etica della memoria: «L'unico antidoto alla falsificazione della memoria consiste nel rivendicarne una dimensione etica, nella richiesta che ciascuno formuli una promessa di fedeltà e verità […]. Non dobbiamo immobilizzare e medusizzare i ricordi: nemmeno per paura della nostra inconsapevole manipolazione o di quella interessata di una politica mirante alla distorsione o alla invenzione del passato. Nello stesso tempo, è indispensabile resistere alla tentazione contraria di cancellarli e reagire alla minaccia della loro scomparsa» (Ricoeur 1998, X).

In questo volume Paul Ricoeur sottolinea il legame tra memoria e futuro, proponendo «una memoria rivisitata dal progetto del futuro» (Ricoeur 1998, 93). Ricoeur pensa che i fatti sono incancellabili, che «non si può disfare ciò che è stato fatto, né fare in modo che ciò che è accaduto non lo sia» (Ricoeur 1998, 92), ma ritiene che il senso non sia fissato una volta per tutte, che il rapporto di colpa rispetto al passato possa essere appesantito o alleggerito attraverso una reinterpretazione come azione retroattiva dello sguardo del futuro sull'apprensione del passato. Ricorda l'ingiunzione di non dimenticare contenuta nella Torah: Zakhor, divieto di oblio. Per mantenere le radici dell'identità e la dialettica tra tradizione e innovazione occorre conservare le tracce, le ferite delle violenze: c'è un passato, che non vuole passare e abita il presente, o che lo ossessiona nella ripetizione.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.