Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To search for a specific phrase…

PEP-Web Tip of the Day

Did you write an article’s title and the article did not appear in the search results? Or do you want to find a specific phrase within the article? Go to the Search section and write the title or phrase surrounded by quotations marks in the “Search for Words or Phrases in Context” area.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

De Cesarei, A.O. (2008). Marco e il meteorite. Rivista Psicoanal., 54(2):491-498.

(2008). Rivista di Psicoanalisi, 54(2):491-498

Esempi perspicui

Marco e il meteorite

Anna Oliva De Cesarei

«È soltanto negli anni recenti che io sono diventato capace di stare ad aspettare senza impazienza l'evoluzione naturale del transfert — la quale sorge dalla erescente fiducia del paziente nella tecnica e nella situazione psicoanalitica — capace di evitare di interrompere questo processo naturale facendo interpretazioni. Si noti che io parlo del fare interpretazioni e non delle interpretazioni come tali. Mi sgomenta pensare alla quantité di cambiamento profondo che io ho impedito o ritardato, in pazienti che appartengono ad una certa categoria di classificazione, a causa del mio personale bisogno di interpretare»

D.W. Winnicott (1971, 152)

Il tema dell'impatto con la depressione materna ci accompagna dal primo incontro, quando Marco (undid anni) mi dice «c'era molto scuro oggi sulla Maddalena» (montagna dietro il mio studio); sempre durante la consultazione, è molto pregnante il tema di una maledizione alle origini, un maleficio che incombe, una malformazione per la quale il personaggio di una storia, un pagliaccio, viene deriso e vorrebbe morire.

Iniziamo una analisi a tre sedute alla settimana; Marco è un ragazzino molto difeso, con una barriera sostenuta nel rapporto che talvolta lascia trasparire degli squarci veramente pregnanti e commoventi, per poi subito richiudersi.

Un sogno del secondo mese di analisi (Marco mi racconta molto raramente i suoi sogni, ma sono molto significativi) è uno di questi varchi:

«La mamma mi chiedeva di andare a prenderle le sigarette, strano poiché la mamma non fuma; poi eravamo a Venezia, la mamma ci diceva “presto sul gommone, andate a prendere papà”.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.