Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To find a specific quote…

PEP-Web Tip of the Day

Trying to find a specific quote? Go to the Search section, and write it using quotation marks in “Search for Words or Phrases in Context.”

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Kluzer, G. (2011). Altrove: i luoghi e i tempi segreti dell'inquietante familiarità. Rivista Psicoanal., 57(1):5-16.

(2011). Rivista di Psicoanalisi, 57(1):5-16

Altrove: i luoghi e i tempi segreti dell'inquietante familiarità Language Translation

Giampaolo Kluzer

Un paziente, quasi al termine del suo quarto anno di analisi, si presenta all' ultima seduta prima della pausa estiva, si siede un attimo per compilare l'assegno del mio onorario, e appena sdraiato sul lettino mi dice, con un tono fra il divertito e il preoccupato: «È possibile che oggi, come mi è già capitato una volta in passato, mi sia dimenticato il suo nome esatto nel momento in cui pensavo all'assegno che le dovevo intestare? Salendo in ascensore ho pensato alla sonata a Kreutzer di Beethoven, poi mi è venuto in mente Kluger. Prima di arrivare finalmente a Kluzer sono passato per Closed e Closer, come se l'inglese, che conosco bene, mi suonasse più familiare del tedesco, che conosco male, e mi potesse quindi aiutare a ricordare il suo nome esatto. Come è possibile che lei sia divertato improwisamente così sconosciuto e non identificabile?»… Breve silenzio… «Penso alle vacanze che potrebbero anche essere le ultime dell'analisi [recentemente il paziente ha cominciato a pensare a una prossima fine dell'analisi]… mi chiedo se sarò capace di cavarmela da solo, di essere l'analista di me stesso… allo stesso tempo penso che dovrò anche cercare di pensare a lei come a qualcuno da tener vicino, che mi possa aiutare a continuare l'autoanalisi».

Nella pausa di silenzio che segue mi risuonano in testa, come particolarmente significativi, soprattutto i due termini inglesi di closed e closer, anche se riconosco che apparentemente, per la loro sonorità e per la lingua di appartenenza, essi sembrano essere i più lontani dalla possibile evocazione del mio cognome.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.