Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To suggest new content…

PEP-Web Tip of the Day

Help us improve PEP Web. If you would like to suggest new content, click here and fill in the form with your ideas!

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Nicoli, L. (2013). La seduzione della magia digitale. Rivista Psicoanal., 59(4):1041-1052.

(2013). Rivista di Psicoanalisi, 59(4):1041-1052

Psicoanalisi futura

La seduzione della magia digitale

Luca Nicoli

L'uomo primitivo ha una straordinaria fiducia nel potere dei propri desideri. In fondo tutto ciò che egli realizza per via magica deve accadere soltanto perché egli lo vuole.

S. Freud

Broglio, un tredicenne magrolino che vedo in consultazione, a detta dei genitori vive in un mondo tutto suo, fatto di mostri e di storie fantastiche. In seduta mi risucchia in un vortice di parole affettate e gesti manierati, sulla scuola e la famiglia. Mi ci vuole qualche minuto per accorgermi che fa come alcuni miei amici al bar il sabato sera, cioè ha estratto il cellulare ed è intento a giocare, come se niente fosse. Prudente, gli domando se preferisce giocare piuttosto che parlare.

«Ti sto ascoltando, mentre gioco!», risponde candidamente.

Un amico, avendo saputo dell'articolo in cantiere, mi racconta una scena sul potere del digitale, con un linguaggio involontariamente paradossale: «L'altra sera ero al pub con alcuni amici. Ce n'era uno che è entrato in chat, e si è spento. Dopo un'oretta, si riaccende ed esclama: «Beh, ragazzi, io vado!» Evidentemente, aveva trovato da fare bene.

Pensando a una «Psicoanalisi futura», non ho dovuto sfogliare molti appunti di sedute per trovarmi sommerso di materiale.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.