Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To refine your search with the author’s first initial…

PEP-Web Tip of the Day

If you get a large number of results after searching for an article by a specific author, you can refine your search by adding the author’s first initial. For example, try writing “Freud, S.” in the Author box of the Search Tool.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Burka, J.B. Sarnat, J.E. John, C.S. (2009). Apprendere dall'esperienza nei seminari clinici con presentazione di casi: un approccio bioniano all'insegnamento e alla consultazione. L'Annata Psicoanal. Int., 5:15-35.
    

(2009). L'Annata Psicoanalitica Internazionale, 5:15-35

Apprendere dall'esperienza nei seminari clinici con presentazione di casi: un approccio bioniano all'insegnamento e alla consultazione Language Translation

Jane B. Burka , Joan E. Sarnat e Cornelia St. John

Nei seminari di studio con discussione di casi clinici (case conference) e nei seminari didattici le potenti dinamiche di gruppo possono costituire una forza vitale per la formazione psicoanalitica. Tuttavia, le angosce primitive attivate da queste dinamiche possono al contrario essere di ostacolo. Gli autori presentano l'esempio di una impasse nell'apprendimento verificatasi in un seminario clinico di studio con presentazione di casi condotto da un'analista nell'esercizio privato della professione. L'impasse si era inconsciamente organizzata con l'inizio della lettura dell'opera di Bion. La conduttrice del seminario presentò al nostro gruppo di consultazione tra colleghi (peer group) il caso del suo seminario, organizzato secondo una dinamica di assunto di base di dipendenza. Muovendo dai primi contributi bioniani sulle dinamiche di gruppo e dalle sue idee successive sul concetto di apparato mentale e sviluppo psichico, il peer group creò le condizioni per cui il seminario clinico poté riacquisire un funzionamento da gruppo di lavoro e apprendere dall'esperienza. Una volta attivatesi nel peer group, le dinamiche conviviali di contenitore-contenuto si sono progressivamente propagate in tutto il sistema relazionale dello stesso peer group fino a includere la conduttrice del seminario clinico, i suoi partecipanti e i pazienti. Questo lavoro sottolinea l'importanza di promuovere, all'interno degli istituti psicoanalitici, una cultura in cui gli analisti di training siano considerati parte di una matrice intersoggettiva in costante evoluzione che opera per facilitare e consolidare le capacità di contenimento dei candidati, dei pazienti e del corpo docente dell'istituto stesso.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.